Lascia la serie A per studiare. La storia della cestista gualdese Elisa Spigarelli

Pubblicità

La giovane e talentuosa cestista gualdese Elisa Spigarelli, classe 1997, ha deciso di concedersi un momento di pausa dal parquet per l’impossibilità di conciliare l’attività sportiva e lo studio universitario.

Elisa, già laureata in ingegneria informatica con il massimo dei voti nel 2019, non vuole certo compromettere l’avanzamento dei suoi studi; l’impegno con la Pallacanestro Femminile Umbertide, per la quale ha militato in serie A2, avrebbe infatti richiesto fin troppo tempo, rubandolo necessariamente al percorso della laurea magistrale. Una scelta non da poco, quella di dedicarsi con estremo impegno allo studio, congelando momentaneamente il successo sul campo, che dimostra, ancora una volta, come lo sport, oltre a divertire e a far divertire, sia maestro di vita e insuperabile veicolo di crescita personale, formando il carattere d’una persona in modo inequivocabile, permettendogli di riconoscere priorità ed obiettivi da conseguire con estrema serietà; caratteristica non comune, al giorno d’oggi.

“Tutto l’ambiente bianco-azzurro – così si apprende dal comunicato della Pallacanestro Femminile Umbertide – augura ad Elisa le migliori fortune, confidando nel fatto che questo saluto possa essere, anche per lei, soltanto un arrivederci.”

Accodandoci al buon augurio della società, anche Gualdo Tadino si augura di rivedere presto il talento di Elisa sul parquet. Cresciuta nella Salus Gualdo Basket, la giovane cestista non ha avuto difficoltà alcuna nell’affrontare un campionato di serie A2, fin dal suo esordio, portando onore alla grande tradizione sportiva gualdese, di cui il basket ha sempre fatto parte, potendosi vantare, negli anni, di numerosi talenti.