Carlo Catanossi confermato presidente del Gruppo Grifo Agroalimentare

Pubblicità

Carlo Catanossi è stato confermato all’unanimità presidente del Gruppo Grifo Agroalimentare. Lo ha deciso il consiglio di amministrazione svoltosi nella giornata di ieri.

L’assemblea della Grifo del 13 giugno aveva già visto l’approvazione del bilancio con soddisfazione unanime dei presenti e il sostegno delle istituzioni, anch’esse presenti con l’assessore allo sviluppo economico Michele Fioroni e il video messaggio dell’assessore all’agricoltura Roberto Morroni. Un’assemblea che aveva rinnovato il consiglio di amministrazione (sempre all’unanimità) dando un forte segnale di continuità.

“La confermata fiducia espressa dal corpo sociale a tutta la struttura dirigente – ha detto il presidente Catanossi è motivo di orgoglio e foriera di ottimismo per il futuro prossimo. Un vento favorevole per vincere il sentimento di incertezza che aleggia nel cuore di tanti”.

Il Gruppo Grifo, che coinvolge 1.500 famiglie tra produttori, lavoratori e indotto, pur avendo subìto alcuni colpi a causa dell’emergenza Covid-19 affronta il futuro con solide basi di fatturato (consolidando il risultato 2018) e di redditività raggiungendo l’obiettivo di un conguaglio sul prezzo del latte ai soci di oltre un milione e duecentomila euro complessivi. Un traguardo che consente di erogare un premio produzione a tutto il personale dipendente e di continuare la politica degli investimenti aziendali.

Il bilancio del Gruppo vede un fatturato consolidato di quasi 60 milioni di euro e oltre 55 milioni di litri di latte lavorato.

Un momento del cda del Gruppo Grifo Alimentare

L’anno 2019 ha portato all’allargamento delle zone di attività della cooperativa. È stata resa operativa la società partecipata ‘Natura e Qualità’, con sede a Ragusa, insieme alla cooperativa siciliana ‘Progetto Natura’. Tale partnership ha permesso al Gruppo Grifo Agroalimentare di entrare nel mercato siciliano e di affacciarsi a quello di tutto il Mezzogiorno avendo altresì l’obiettivo di valorizzare una importante DOP del formaggio qual è il Ragusano. Allo stesso tempo è stata conclusa l’acquisizione della cooperativa ‘Zootecnica del Pratomagno’, nel Casentino, che permetterà alla Grifo di essere presente nel mercato del formaggio toscano con un marchio affermato e apprezzato.