Settore ceramico italiano, il Governo stanzia 2 milioni di euro

Pubblicità

La commissione bilancio, tesoro e programmazione della Camera dei Deputati ha convertito in legge il decreto dello scorso 19 maggio recante misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19. Tra le misure rientrano gli aiuti al settore della ceramica.

Il finanziamento, anzi, il rifinanziamento della legge 180 del 1990 consiste in 2 milioni di euro da destinare all’elaborazione e alla realizzazione di progetti finalizzati al sostegno e alla valorizzazione dell’attività ceramica artistica e tradizionale. Alla valutazione dei progetti di cui al presente comma provvede il Consiglio nazionale ceramico.

Il Governo con questo provvedimento ha accolto anche quelle che sono state le richieste avanzate da parte dei Comuni facenti parti della “Strada della Ceramica”, tra di essi Gualdo Tadino, ossia cercare di dare sostegno alle imprese della ceramica per sviluppare nuove iniziative e progetti in grado di dare nuova linfa al settore.

La Strada della Ceramica è un associazione formata oltre che dal Comune di Gualdo Tadino anche da Gubbio, Deruta e Orvieto. Ha come finalità principale quella di creare una rete regionale delle città dove storicamente è venuta a svilupparsi una significativa attività ceramica, in maniera tale che tra le singole comunità aderenti possano stabilirsi rapporti di reciproco scambio informativo, di fattiva collaborazione alle attività di sostegno della loro tradizione ceramica, nonché di ausilio ad una migliore conoscenza in ambito regionale, nazionale ed internazionale, delle medesime.
Un’iniziativa al momento unica in Italia che punta ad un lavoro in sinergia per valorizzare la tradizione della ceramica in Umbria e dei territori interessati.

Sugli stanziamenti del Governo è intervenuto il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti: “E’ una splendida notizia e rappresenta un bell’incentivo per sviluppare nuove iniziative e progetti in grado di dare nuovo slancio al settore della ceramica. Con questo provvedimento il Governo ha accolto anche le istanze arrivate dai nostri territori, che rappresentano un distretto importante per l’impresa ceramica. In particolare il lavoro che stiamo portando avanti in sinergia grazie alla Strada della Ceramica con cui si stanno sviluppando progetti di grande spessore. Sulla scorta di quanto stiamo facendo, con questi nuovi aiuti economici stanziati, dobbiamo partire subito per elaborare e sviluppare nuove iniziative che abbiano il fine di valorizzare l’attività ceramica dei nostri territori”.

© GUALDO NEWS