“I pirati del riciclaggio”, il campus ecologico della Compagnia di Re Artù

Pubblicità

Anche quest’anno l’associazione culturale “La Compagnia di Re Artù” ha organizzato per i bambini dai 5 a 10 anni il campus estivo presso la pro loco di Rasina di Gualdo Tadino dal titolo: “All’arrembaggio – I pirati del riciclaggio”.

Questo è il sesto anno consecutivo che l’associazione, presieduta da Jessica Santini con Alessandra Bisciaio vicepresidente, è presente nel territorio gualdese attraverso le sue attività mirate ai bambini e alla loro crescita formativa tramite giochi strutturati e laboratori.

Il titolo del campus è stato scelto “per la tematica che intendiamo affrontare quest’estate con tutti i bambini partecipanti, ovvero il riciclo e l’importanza del riutilizzo dei materiali – spiegano dalla Compagnia di Re Artù – Ogni settimana verrà sviluppato un argomento che riguarda la natura, i materiali riciclabili e l’importanza del riutilizzo di questi. Durante le giornate vengono svolti laboratori manuali utilizzando oggetti di uso comune (bottiglie di plastica, vasetti di vetro, rotoli di carta, buste di plastica, barattoli di alluminio, scatole, vasetti dello yogurt e contenitori del latte ecc…). Inoltre vengono realizzati laboratori motori, musicali, di ascolto e comprensione. Quest’anno abbiamo inserito anche dei nuovi laboratori dedicati agli esperimenti scientifici.

Quest’anno, con l’emergenza Covid-19, c’è un problema in più nell’organizzare questo tipo di attività. “Nonostante tutte le complicazioni che l’emergenza ha causato non ci siamo arrese e abbiamo attivato tutte le procedure di sicurezza richieste – sottolineano Jessica Santini e Alessandra Bisciaio – Abbiamo stilato, con l’aiuto dell’ingegnere Romina Pompei un protocollo di sicurezza per garantire a tutti i bambini, alle loro famiglie e alle operatrici la massima tranquillità nello svolgere le attività all’interno del campus.”

A tal proposito l’associazione ha realizzato cartelli e cartelloni colorati per spiegare come indossare correttamente la mascherina,come vanno lavate le mani e mettendo a disposizione gel disinfettanti. Per aiutarli a mantenere il distanziamento sociale sono stati realizzati dei numeri e delle “ics” colorate a terra dove i bambini si possono sedere mantenendo la distanza di sicurezza.

Una volta concluso il campus estivo, La Compagnia di Re Artù proseguirà la propria attività anche in autunno e in inverno. “A settembre ci sarà l’inaugurazione della nostra sede in piazzale Beato Angelo. Lì ci saranno laboratori per bambini e adulti, baby parking, con la possibilità di organizzare compleanni e cerimonie all’interno di questi spazi“, concludono dall’associazione.