Il Museo del Somaro di Gualdo Tadino in trasferta a Piombino

Il Museo del Somaro di Gualdo Tadino, su invito dell’Associazione S.T. Arte Arte sul Territorio di Piombino, va “in trasferta” nella città toscana. Dal 4 al 6 settembre nei Giardini dell’Arsenale e all’interno de Il Magazzino dell’Associazione Start, in Via Cairoli 18, dalle 21.00 alle 23.30, verranno infatti esposte alcune opere della collezione. Tutte le altre saranno documentate in apposite cartelle.

L’evento anticipa il Festival indipendente del cortometraggio (Corto Nanni) giunto alla VI edizione e che avrà luogo a novembre.

Intanto ha fatto notizia in ambito gualdese il post su Facebook del famoso virologo Roberto Burioni, che ieri nella sua pagina Medical Facts ha utilizzato una foto del Museo del Somaro per portare avanti la sua celeberrima crociata contro le fake news in ambito medico. Burioni ha utilizzato il termine “somaro” come l’immaginario collettivo lo pensa e come anche addirittura la Treccani lo rappresenta, cioè per definire le “persone ignoranti, di scarsa intelligenza e capacità”.

Il Museo del Somaro è invece un tributo a questo animale e al suo interno sono presenti oltre cento opere di artisti visivi, ma anche contributi provenienti dal mondo dello spettacolo, della letteratura, della critica, della scienza, della politica.

Un contenitore unico nel suo genere in Italia, che ha sede in una location di pregio come il Palazzetto Medievale in via Calai, prima ristrutturato nel 2018 dal Comune di Gualdo Tadino per permettere l’apertura del Museo e attualmente in fase di riqualificazione, con lavori che porteranno al restauro della facciata, con il ripristino delle bifore trilobate (tipo di finestra divisa verticalmente in due aperture) e all’ampliamento degli spazi adibiti al museo stesso. Lavori che termineranno entro fine ottobre 2020 e che sono stati finanziati dal GAL Alta Umbria per un importo di 95.000 euro, come confermato dal vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, Fabio Pasquarelli.

Invitiamo quindi caldamente il dottor Burioni a far visita a Gualdo Tadino, al suo museo, ma anche al mondo dei Giochi de le Porte, affinché si renda conto che i tanti ignoranti e tuttologi dei social, che lui giustamente combatte ogni giorno, hanno caratteristiche che spesso sono l’esatto opposto di quelle che appartengono a questo animale.

© GUALDO NEWS

Articolo precedente10 nuovi positivi al Covid-19 in Umbria. Record di tamponi
Articolo successivoSettembre d’arte a Gualdo Tadino: alla Rocca Flea e Casa Cajani due nuovi progetti artistici
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.