Settembre d’arte a Gualdo Tadino: alla Rocca Flea e Casa Cajani due nuovi progetti artistici

Pubblicità

Sarà un weekend ricco di colori quello che si preannuncia a Gualdo Tadino, con l’inaugurazione di due nuovi progetti, patrocinati dal Comune e promossi dal Polo museale della città.

Alla Rocca Flea giovedì 3 alle ore 17 aprirà la mostra bi-personale “Reale illusione”, con gli artisti Manuelita Iannetti e Marco Sciame.
Venerdì 4 alle ore 17 sarà la volta di “Le donne e l’umanità”, con la pittrice Annalisa Bonafini. Alle ianuguriazioni interverranno il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti e l’assessore alla cultura Barbara Bucari.

Marco Sciame è artista affabulatore, pittore mai sazio di descrivere i labirinti della mente, luoghi reali e immaginati al contempo, che attraversiamo sospesi, un poco in punta di piedi, un poco muniti di ali. A rapire lo spettatore sono i suoi colori sfavillanti, porte aperte su un mondo in “technicolor”, in cui tempo e spazio si uniscono, come per la settima arte. L’energia, l’immaginazione e la volontà, sono pregnanti nell’opera scultorea di Manuelita Iannetti, abile manipolatrice della materia, alchimista della forma, che ha trovato nella scultura la sua massima espressione artistica. Tra figurazione e astratto, la natura è la vera protagonista e spesso assume le sembianze femminili.

“Marco Sciame e Manuelita Iannetti – spiega Catia Monacelli, direttore del Polo Museale – arrivano a conquistare, attraverso la complessità dei loro lavori, la libertà di espressione che soltanto il metodo e la pazienza sanno donare ad una sapiente creazione artistica”.

Annalisa Bonafini immerge invece il pubblico in un progetto al femminile, dedicato a “Le donne e l’umanità”, il cui fulcro è una rappresentazione pittorica che va oltre lo stereotipo ed il tempo. “Davanti ai nostri occhi – aggiunge Catia Monacelli – prendono forma esseri angelici, moderne madonne dagli sguardi colmi di coraggio, dolore e umiltà, quasi a ricordare che, mentre il mondo ha fatto progressi nella parità di genere e nell’emancipazione delle donne, ancora oggi, nelle diverse latitudini del pianeta, molte continuano a subire discriminazioni e violenze”.

“Due manifestazioni – ha detto il sindaco Massimiliano Presciutti – che sono al contempo un messaggio d’arte e di speranza, per una ri-partenza, seppur nei limiti e con le accortezze dettate dallo straordinario momento che viviamo, che ci invita a continuare con le attività culturali che promuovono la crescita, l’arte ed il turismo”.

Dello stesso avviso anche l’assessore alla cultura Barbara Bucari: “Gualdo Tadino ha registrato un trend positivo e un incremento costante di visitatori che hanno scelto di vivere gli spazi museali, la città e la montagna. Abbiamo dimostrato in questi mesi, anche con i tanti eventi organizzati dall’amministrazione, che hanno fatto registrare sovente il tutto esaurito, che ci si può muovere in sicurezza, facendo crescere la passione per l’arte e la cultura”.