Giochi de le Porte, sarà svelato sabato il Palio che non verrà aggiudicato

Pubblicità

Sarà un anno senza Giochi de le Porte. Il mancato evento rimarrà purtroppo per sempre nelle menti di tutti e a ricordarlo ci sarà il Palio, che è stato realizzato lo stesso e sarà presentato sabato prossimo, 19 settembre, alle ore 18.00 presso la Rocca Flea dall’Ente Giochi de le Porte.

La presentazione avverrà alla presenza delle istituzioni cittadine, della direttrice del Polo Museale di Gualdo Tadino Catia Monacelli e naturalmente dell’artista che ha realizzato l’opera d’arte, il cui nome, come tradizione, non è stato ancora svelato.

L’evento, a causa dell’emergenza sanitaria, prevede un numero limitato di ingressi, ma potrà essere seguito in streaming sulla pagina Facebook dei Giochi de le Porte.

L’invito dell’Ente Giochi è quello al massimo rispetto delle normative in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica, nonché ad evitare qualunque forma di assembramento.

Come ogni anno, il Palio è stato consegnato nei giorni scorsi alla Commissione Artistica alla presenza del Presidente dell’Ente Giochi Cinzia Frappini e del priore responsabile della commissione Marco Gubbiotti. L’opera è stata poi cucita, come da rituale, su un drappo di velluto dalle abili mani della sartoria della Porta vincitrice del Palio 2019, San Martino.

Un palio che rimarrà nella storia dei Giochi de le Porte quale simbolo di forza della manifestazione e di speranza per tutti i portaioli – ha detto la Presidente dell’Ente, che ha ringraziato le aziende Rocchetta, Dunia Pack e Albergo Ristorante Gigiotto per aver collaborato nella realizzazione.