Case popolari di via Santo Marzio, parte il progetto di recupero

Pubblicità

Gli alloggi popolari di via Santo Marzio, di cui il Comune è proprietario e la cui gestione è a carico di ATER (Agenzia Territoriale Edilizia Residenziale), saranno oggetto di un progetto di recupero e razionalizzazione presentato dalla stessa ATER.

I lavori non comporteranno impegni economici a carico del Comune di Gualdo Tadino e saranno coperti interamente da ATER per un importo complessivo di circa 250mila euro. Il progetto riguarda la manutenzione e la valorizzazione delle strutture dal punto di vista patrimoniale. Nello specifico si provvederà alla rimozione di pezzi di tegola canadese non saldamente ancorati, alla installazione di linee vita, alla sistemazione comignoli e fermaneve, alla sistemazione finestre a tetto per accesso in copertura.

Verrà ricostruito un nuovo pacchetto di copertura composto da installazione di pannelli OSB avvitati alla sottostante struttura per riportare planarità alla copertura, oltre alla posa di membrana impermeabilizzante e della finitura con una nuova tegola canadese.
Inoltre verranno realizzate opere di finitura, verranno sistemati gli infissi esterni, le porte interne, le serrature, i cassettoni con la sostituzione delle cinghie avvolgibili. Saranno sostituite le caldaie e i condotti di aspirazione/esalazione, revisionato l’impianto elettrico.

Ringraziamo ATER per aver mantenuto fermi gli impegni di intervento concordati durante i sopralluoghi – ha detto l’assessore al Patrimonio Paola GramacciaL’auspicio dell’amministrazione è che questa nuova collaborazione porti a una sempre maggiore sinergia finalizzata ad assicurare la salvaguardia di un patrimonio importante per la nostra città”.