Palestre, incontro Comune, Coni e società. Ignozza: “Gualdo Tadino esempio regionale”

Pubblicità

Incontro questa mattina tra l’amministrazione comunale di Gualdo Tadino, le strutture di competenza, il servizio prevenzione e protezione con l’ingegnere Romina Pompei e il presidente del Coni Umbria Domenico Ignozza, relativamente al tema della riapertura delle palestre.

Visto che il quadro epidemiologico è in costante evoluzione, sia da parte del Comune che del Coni è stata manifestata l’esigenza di mettere in atto, in maniera sinergica, tutte le misure di precauzione previste dai protocolli federali e dalle norme vigenti in tema di salute e sicurezza.

“Nello specifico – fa sapere l’ente con una propria nota – il Coni Umbria ha riconosciuto nel Comune di Gualdo Tadino un esempio di virtuosità su scala regionale rispetto al tema in oggetto.

Tutte le tre strutture (Palasport Carlo Angelo Luzi, Palestra Scuole Medie Storelli e Palestra Istituto Casimiri) sono ad uso promiscuo, vale a dire che la mattina vengono utilizzate dalle scuole e nel pomeriggio da nove diverse società per le attività sportive.

Ignozza ha preso atto della volontà di concedere l’utilizzo degli spazi in orari extra scolastici espressa dagli organi collegiali della scuola, cosa che non è avvenuta in molti comuni dell’Umbria, così come lo stesso presidente del Coni Umbria “ha riconosciuto l’ottimo lavoro svolto nella costruzione in via definitiva del calendario degli orari di utilizzo, anche in questo caso una rara eccezione nel panorama regionale”.

Lo stesso presidente regionale del Coni ha apprezzato la volontà dell’amministrazione comunale gualdese di provvedere alla fine di ogni giornata, una volta ultimata l’attività da parte delle società sportive, alla sanificazione degli spazi. “Altro esempio concreto di quanto il Comune di Gualdo Tadino tenga al mondo dello sport – sottolinea ancora l’amministrazione comunale – visto che tutto ciò non avviene pressoché in nessun altro Comune umbro.”

La mattinata si è conclusa con un incontro con le società sportive con le quali sono stati condivisi nei minimi dettagli i protocolli ai quali i sodalizi si dovranno attenere in maniera scrupolosa per esercitare la propria attività sportiva.

“I fatti – ha detto il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciuttidimostrano che il nostro approccio a questa tematica è stato sempre improntato al massimo della collaborazione e della condivisione delle problematiche con le società sportive, le scuole e il Coni Umbria. Alla fine, grazie al senso di responsabilità di tutti, riusciremo a garantire la pratica dell’attività sportiva a tutte le società che ne hanno fatto richiesta e lo faremo in sicurezza nel massimo rispetto reciproco delle norme e dei protocolli da attuare.     Ringrazio in maniera particolare il presidente del Coni Umbria Domenico Ignozza per la preziosa e fattiva collaborazione, che ci consentirà di superare insieme gli ostacoli che purtroppo il periodo che stiamo vivendo ha acuito. Lo ringrazio in modo particolare per avere in qualche modo “certificato” la serietà con la quale sin dall’inizio abbiamo affrontato questo tema che ci sta molto a cuore. Noi restiamo concentrati sul lavoro e sulla risoluzione dei problemi, le polemiche e le strumentalizzazioni le lasciamo volentieri a chi evidentemente al contrario nostro ha tanto tempo libero a disposizione”.