Istituto “Casimiri”: chiesta l’attivazione di un nuovo indirizzo professionale

Pubblicità

E’stata ufficialmente presentata alla conferenza di ambito svoltasi lo scorso 19 ottobre la richiesta di attivazione di un nuovo indirizzo professionale all’istituto “Casimiri” di Gualdo Tadino.
Il Dirigente scolastico Sabrina Antonelli ha evidenziato la necessità di un rilancio dell’istruzione professionale come già avvenuto nel settore tecnico con l’introduzione, nel 2018, dell’indirizzo di Grafica e Comunicazione e ha richiesto l’attivazione dell’indirizzo professionale Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale, che andrebbe a sostituire l’indirizzo Servizi commerciali, ormai in esaurimento.

Secondo il comunicato stampa dell’Istituto la scelta di tale indirizzo è quanto mai rispondente alle esigenze del territorio, in un contesto demografico in cui l’invecchiamento della popolazione rende imprescindibili gli interventi di supporto alla persona ed il potenziamento di strutture che operino nel settore dei servizi sociali e sanitari, la cui importanza strategica è evidente anche alla luce dell’attuale emergenza epidemiologica.

Il corso di studi sviluppa competenze comunicative-relazionali, scientifiche e tecniche, correlate alla psicologia generale e applicata, alla legislazione socio-sanitaria, alla cultura medico-sanitaria e, al termine del quinquennio, offre allo studente sbocchi professionali nei servizi socio-sanitari o la possibilità di accedere a qualsiasi facoltà universitaria, con particolare riferimento a quelle paramediche.

La richiesta del “Casimiri” è stata accolta con estremo interesse a livello provinciale, anche in considerazione del fatto che tale indirizzo professionale non va a sovrapporsi all’offerta formativa dei comuni limitrofi.