Fermato e identificato il 15enne accusato di aggressione a un autista di bus a Gubbio

Pubblicità

E’ residente a Gualdo Tadino il giovane che è stato accusato di aver aggredito a Gubbio, alla fermata degli autobus di piazza 40 Martiri, un autista che gli aveva chiesto di indossare la mascherina all’interno del mezzo e di mostrare il biglietto.

E’ un ragazzo di 15 anni di nazionalità marocchina che sarebbe già noto alle forze dell’ordine. Secondo le ricostruzioni, insieme ad altri tre ragazzi, anch’essi di origine straniera, era salito sul bus e alla richiesta dell’autista di indossare la mascherina e di mostrare il biglietto di viaggio si sarebbe scagliato contro il conducente, poi ricoverato all’ospedale di Branca per una profonda ferita alla fronte e la frattura del naso e poi dimesso con una prognosi di venti giorni.

Polizia locale di Gubbio e carabinieri, dopo la fuga dei quattro, si erano messi sulle loro tracce, rinvenendo il minorenne nel quartiere San Pietro. E’ stato quindi condotto nel comando della polizia locale eugubina e riconsegnato ai genitori. Per il ragazzo è scattata la denuncia al Tribunale dei Minori per lesioni e interruzione di pubblico servizio in quanto il bus è partito con oltre 40 minuti di ritardo.

Articolo precedenteLingue straniere, certificazione di qualità per il Polo Liceale Mazzatinti
Articolo successivoCovid, altri 688 casi in Umbria e più di 400 in ospedale. A Gualdo Tadino 14 nuovi positivi e 3 guariti
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.