Centro Alzhaimer dell’Easp, donato un computer dalla famiglia Pecci

Pubblicità

L’Easp di Gualdo Tadino ha ricevuto un computer per il centro diurno Alzhaimer “il Biancospino”. Il PC è stato donato dalla famiglia dell’imprenditore recentemente scomparso Alessandro Pecci ed è stato consegnato dai familiari al centro, che è uno dei servizi offerti dall’Ente di Assistenza e Servizi alla Persona “Armando Baldassini”.

Riteniamo che il centro diurno Alzheimer “Il Biancospino” sia una valida struttura di supporto e assistenza per i pazienti affetti da demenze, per questo speriamo che questo nostro piccolo gesto sia utile alle attività volte a stimolare e mantenere le funzioni cognitive degli ospiti tramite personale altamente specializzato – sono le parole con le quali i familiari di Alessandro Pecci hanno accompagnato la loro donazione.

Una donazione utile e molto apprezzata, come ha sottolineato il presidente dell’Easp, Fabrizio Notari a nome di tutto CdA e degli operatori della struttura: “L’impegno quotidiano di tutti noi è quello di dare risposte, sotto ogni punto di vista, ai nostri ospiti e ai loro familiari. Fa piacere quindi quando questo impegno viene apprezzato e l’azione che svolgono i nostri operatori, a tutti i livelli, serve a dare conforto anche in situazioni difficili come quelle delle malattie neurodegenerative. Ringrazio la famiglia di Alessandro Pecci per la loro donazione e tutti coloro che, specialmente in un momento difficile come quello dell’emergenza coronavirus, ci sono stati vicini“.