A Gualdo Tadino prorogate ulteriormente le ordinanze anti prostituzione e accattonaggio

Per contrastare il degrado urbano, il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti ha ulteriormente prorogato le ordinanze n° 386 e n° 407 che riguardano la lotta ai fenomeni di accattonaggio, mendicità e alla prostituzione su strada per la tutela della sicurezza urbana.

Dopo aver introdotto per la prima volta a Gualdo Tadino nel 2018 con successo queste due misure volte a contrastare questi fenomeni – ha detto il primo cittadino – abbiamo deciso di prorogare le due ordinanze che hanno l’obiettivo di contrastare il degrado urbano, tutelare l’immagine della città e la sicurezza dei cittadini favorendo la cultura della legalità. Gualdo Tadino è una comunità esempio di accoglienza e integrazione, ma dobbiamo combattere chi sfrutta in modo improprio le persone e specula sulle situazioni di disagio“.

Secondo l’Amministrazione Comunale le due ordinanze “vanno ad aiutare anche il prezioso lavoro di tutte le Forze dell’Ordine con le quali collaboriamo quotidianamente e che in questi mesi hanno portato risultati concreti riducendo questo fenomeno. Continueremo pertanto su questa strada che si sta mostrando molto efficace. Infatti la questione sicurezza e quella della legalità non hanno colore politico. Il nostro Comune è stato il primo in Umbria ad attuare ordinanze antiaccattonaggio e antiprostituzione. Vista l’efficacia dei provvedimenti successivamente altre città umbre e non solo hanno deciso di seguire il nostro esempio”.

Articolo precedenteCena di Natale… a distanza per l’Atletica Taino!
Articolo successivoPD: “Nel nome di Rolando Pinacoli, che esca una voce unica dal consiglio comunale”
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.