Covid, lunedì forse provvedimenti a Gualdo Tadino. Presciutti: “Siamo sul ciglio del burrone”

Pubblicità

Una situazione, quella dell’andamento del coronavirus a Gualdo Tadino, che viene monitorata continuamente dopo l’aumento di positivi a partire dal 2 dicembre, decisamente anomalo rispetto al trend regionale, e che lunedì prossimo potrebbe sfociare in alcuni provvedimenti per il territorio comunale. Prima di prendere decisioni, le autorità competenti attendono infatti l’esito di numerosi tamponi che stanno per essere esaminati.

Lo ha ribadito il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, dopo che nelle ultime 24 ore sono emersi 7 nuovi casi (e 10 guariti) che fanno leggermente scendere gli attualmente positivi a 120.

“Anche stamattina ho avuto un confronto con la Asl e ieri anche col Prefetto – ha detto il primo cittadino nel suo consueto video quotidiano – La nostra situazione è in netta controtendenza rispetto ai dati regionali. Voglio essere molto chiaro: di concerto abbiamo deciso di aspettare l’esito dei tamponi delle prossime 48 ore, al momento non è escluso nessun tipo di provvedimento.”

Una cosa è certa – ha detto ancora il sindaco gualdese – ciò che è accaduto nell’ultima settimana, cioè il raddoppio dei casi positivi in città, non è frutto del caso o della sfortuna. Dobbiamo metterci bene in testa che siamo nel bel mezzo di una pandemia mondiale, che a nessuno è concesso fare il fenomeno, che oggi più che mai è necessario il senso civico e la responsabilità di ognuno di noi. La situazione, per quei pochi che non l’hanno ancora capito, è grave e stiamo camminando sul ciglio di un burrone, dipenderà da noi, solo da noi, riuscire o meno a ritrovare la strada giusta.”

A livello regionale prosegue l’andamento degli ultimi giorni, con 211 i nuovi casi di coronavirus su 3.180 tamponi processati. La percentuale di positività rimane sostanzialmente invariata rispetto a ieri, pari al 6,63%, con 406 guariti.

Sono stati altri 10 i decessi nelle ultime 24 ore, con il totale che sale a 517. Scendono sotto i 5mila gli attualmente positivi, con 205 persone in meno, attestandosi a 4.884. Prosegue l’allentamento della pressione sugli ospedali con 18 pazienti in meno nei reparti Covid (attualmente sono ricoverate 350 persone) e 49 (5 in meno) in terapia intensiva. 140 umbri in meno in isolamento fiduciario, dove ne rimangono 6.415.