Covid, a Gualdo Tadino 13 positivi e un decesso. Presciutti: “Ci saranno provvedimenti”

Pubblicità

Sono in arrivo maggiori restringimenti a Gualdo Tadino per i prossimi giorni a causa dell’anomalo (rispetto al trend regionale e nazionale) andamento dell’epidemia nel territorio comunale. Lo ha annunciato il sindaco Massimiliano Presciutti che, dopo che avrà avuto un confronto con Prefetto, Asl e dirigenti scolastici, adotterà alcune misure tese a mitigare la crescita di casi che si registra ormai dal 2 dicembre scorso.

Nelle ultime 24 ore sono emersi altri 13 positivi e 2 guariti, con un ulteriore decesso, il quinto a Gualdo Tadino, quello di un’anziana signora. Gli attualmente positivi salgono così a 130, di cui diversi ospedalizzati ed alcuni in terapia intensiva. La dashboard regionale riporta 8 ricoveri di cui 2 in terapia intensiva. Sempre secondo quanto indica la Regione, sono 120 gli isolamenti fiduciari nel territorio comunale.

“Purtroppo il richiamo al buon senso ed alla responsabilità sembra non essere sufficiente – ha detto Presciutti – Evidentemente per alcuni, le centinaia di morti al giorno, i grandi sacrifici che abbiamo fatto e dovremo continuare a fare, la sofferenza che vivono tantissime persone ed attività economiche non conta nulla. È evidente che così non si può andare avanti.”

Il sindaco gualdese ha puntualizzato che sono state comminate numerose sanzioni, è stata potenziata la vigilanza da parte delle forze dell’ordine, “ma se non ci sarà una presa di coscienza collettiva della delicatezza del momento che stiamo vivendo tutto risulterà vano, perché il virus continua a circolare subdolo ed invisibile. Continueremo ancora per un paio di giorni a monitorare la situazione con le autorità sanitarie, sovracomunali e scolastiche, dopodiché emanerò i provvedimenti necessari che ci saranno sicuramente – ha concluso Presciutti – perché la salute e la sicurezza vengono sicuramente prima dei cenoni, delle feste e anche del Natale e del Capodanno.”

In Umbria nelle ultime 24 ore si sono registrati 145 i nuovi casi di coronavirus su 2.203 tamponi esaminati, con la percentuale di positività rimasta invariata al 6,58%. 212 i guariti, ma purtroppo si sono verificati altri 9 decessi, con il totale che sale a 526. Scendono di 76 gli attualmente positivi in Umbria, attestandosi a 4.808.

Diminuisce ancora la pressione sugli ospedali umbri, con 11 pazienti in meno nei reparti Covid (339 i ricoverati), dei quali 45 (4 in meno) si trovano in terapia intensiva. In isolamento fiduciario si trovano ad oggi 6.395 umbri, 20 in meno rispetto a ieri.