Monte Cucco, cane bloccato su una parete rocciosa. Salvato dal Sasu

Pubblicità

Si è conclusa bene una disavventura occorsa a un cane rimasto intrappolato sulla terza guglia della Spaccatura delle Lecce, una parete rocciosa di circa 40 metri nel Parco del Monte Cucco. Per salvarlo è intervenuto il Soccorso Alpino e Speleologico Umbria.

E’ accaduto ieri pomeriggio poco dopo le 14, quando il Sasu è stato allertato per recuperare il segugio. Nonostante le condizioni meteo decisamente avverse, una squadra, composta da quattro tecnici e operatori provenienti da Perugia e Sigillo, si è arrampicata sulla parete mentre era in atto una copiosa nevicata fino al punto dove il cane era scivolato per circa 15 metri, bloccandosi su un terrazzino.

Raggiunto l’animale, i soccorritori ne hanno verificato le condizioni e hanno costruito un imbraco apposito per metterlo in sicurezza. Prestate le prime cure a Zico – questo il nome del cane – somministrandogli anche acqua e una barretta, è stato imbracato e così calato, mediante tecniche alpinistiche, fino a terra, riconsegnandolo al proprietario.