Festa del Beato Angelo, l’emergenza Covid annulla le processioni

Pubblicità

A causa dell’emergenza Covid non si svolgeranno quest’anno le tradizionali processioni in onore del patrono della città di Gualdo Tadino, Beato Angelo. La sera del 14 gennaio, vigilia della ricorrenza, due cortei muovevano in direzione del sacello del Beato, nel quartiere Biancospino. Uno dalla Basilica di San Benedetto, l’altro dall’eremo di Capodacqua, ricongiungendosi dinanzi al “recinto” che custodisce le piante di biancospino e una statua di Angelo da Casale, per ammirare in preghiera la “miracolosa” fioritura delle spine. Quest’anno questa partecipata manifestazione, quindi, non avrà luogo.

Il programma, in linea con le misure di prevenzione sanitaria, prevede per giovedì 14 alle ore 18 la cerimonia dei Vespri nella chiesa di San Benedetto, presieduta dal parroco don Franco Berrettini, con l’amministrazione comunale che offrirà l’olio per la lampada votiva. Il 15 gennaio apertura della basilica e della cripta alle ore 6,30 (fino alle 20) con messe che verranno celebrate alle ore 7, 8, 9 e 10. Alle 11,15 solenne concelebrazione presieduta dal vescovo della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, monsignor Domenico Sorrentino, che verrà trasmessa in diretta da Trg e sul web da Gualdo News. Nel pomeriggio alle 16,30 cerimonia del transito, seguita alle 17,30 dai secondi vespri e alle 18 dalla messa.

A regolare l’afflusso in chiesa e nella cripta saranno i volontari della Protezione Civile di Gualdo Tadino e della Confraternita della Santissima Trinità. Intanto in questi giorni prosegue fino al 13 gennaio, sempre nella cattedrale di San Benedetto, la novena di preparazione alla festa del patrono con rosario alle ore 17,30 e messa alle 18.