Ruba il bancomat dal portafogli di un’anziana donna e fa prelievi e acquisti.

Pubblicità

Una donna di 40 anni è stata denunciata in stato di libertà dai Carabinieri della Stazione di Fossato di Vico al termine di un’attività di indagine per l’ipotesi di reato di furto in danno di un’anziana signora del luogo.

I fatti risalgono al 15 dicembre scorso, quando una 70enne abitante di Fossato di Vico si reca all’ufficio postale per pagare l’IMU, ma gli viene detto che non può farlo perché sul conto corrente non ci sono soldi. Dopo aver controllato l’estratto conto la donna scopre che col suo bancomat, che non ritrova più, sono stati fatti alcuni prelievi e molteplici acquisti in negozi dell’eugubino e del gualdese, per un valore complessivo di oltre 2000 euro.

I militari hanno immediatamente indirizzato gli accertamenti agli esercizi commerciali dove erano stati fatti gli acquisti di cosmetici, medicinali, generi alimentari e vestiario, acquisendo i filmati delle telecamere di videosorveglianza. Passo dopo passo si è arrivati al nome del presunto autore del furto del bancomat: una donna che da qualche tempo prestava opera di assistenza all’anziana signora.

Visionando i filmati acquisiti, gli investigatori hanno riconosciuto la stessa donna che, seppur coperta dalla mascherina, era entrata in tutti i negozi nei giorni e nelle ore interessati dagli acquisti. A inchiodarla definitivamente è stato poi il fatto che, presso la farmacia, dopo aver acquistato alcuni medicinali, ha richiesto la lettura ottica del codice fiscale per scaricare le spese. La perquisizione della sua abitazione ha permesso di rinvenire tutti gli oggetti acquistati illecitamente.