L’emergenza Covid-19 ha fatto saltare anche la cerimonia del Bussolo

Pubblicità

L’emergenza Covid-19 ha fatto saltare anche la cerimonia del Bussolo. L’antico rituale, che si svolge la domenica successiva alla Festa del Beato Angelo e dal quale scaturisce il nome del Gonfaloniere dell’Ente Giochi, quest’anno non si è tenuto proprio a causa delle restrizioni sanitarie ed è stato rinviato a data da destinarsi.

Lo ha comunicato l’Ente Giochi de le Porte il quale fa sapere che, fin quando non si potrà svolgere la cerimonia del Bussolo, resterà in carica Andrea Farinacci, priore di Porta San Martino.

“In questo momento particolare l’Ente Giochi e le Quattro Porte si uniscono alle Istituzioni nell’invitare tutti al massimo rispetto delle normative in materia di contenimento dell’emergenza sanitaria”, fa sapere l’Ente.