Giorno della Memoria, apposte le pietre d’inciampo in onore di Saltutti e Biscontini

Pubblicità

L’amministrazione comunale di Gualdo Tadino ha celebrato ieri mattina il Giorno della Memoria con l’iniziativa “Pietre d’Inciampo”, che si è svolta in forma limitata nel rispetto di tutte le misure di sicurezza anti Covid.

Il sindaco Massimiliano Presciutti, l’assessore alla cultura Barbara Bucari, con la presenza del parroco don Michele Zullato, che ha benedetto le pietre, e del comandante della Stazione Carabinieri di Gualdo Tadino, Simone Mattei, hanno ricordato la memoria dei gualdesi Nello Saltutti e Silvio Biscontini a Palazzo Mancinelli. Tutti e due infatti erano nativi della frazione ed entrambi sono morti in un campo di prigionia a Dortmund, in Germania.

“Anche quest’anno ci troviamo a ricordare attraverso l’iniziativa delle Pietre d’Inciampo due nostri concittadini, Nello Saltutti e Silvio Biscontini, che hanno perso la loro vita in un campo di prigionia durante la seconda guerra mondiale – ha detto nel coro della cerimonia il sindaco Presciutti – Un’iniziativa fortemente voluta dall’amministrazione comunale a perenne memoria dei cittadini gualdesi morti nei campi di sterminio nazisti (lo scorso anno è stata ricordata la memoria dei fratelli Filippetti, ndr), consistente nel posizionamento sul selciato antistante le case dove hanno vissuto le vittime dell’Olocausto, di formelle che riportano il loro nome, la città e la data in cui sono state assassinate e che contiamo di consolidare ancora di più il prossimo anno, realizzando un luogo fisico in città che contenga tutte le Pietre d’Inciampo dove poter ricordare le vittime della guerra”.