PD: “Cara Regione, ecco tre temi su cui Gualdo aspetta una risposta immediata”

Pubblicità

Il Partito Democratico di Gualdo Tadino, con una missiva indirizzata alla Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei e a tutta la Giunta Regionale, ha sollecitato l’organo regionale su alcune questioni riguardanti il territorio su cui sono pendenti “decisioni da parte della Giunta stessa”.
Gli argomenti sono tre. In primis il recupero dell’ex Ospedale Calai, per il quale “il Sindaco non ha ricevuto neanche una telefonata di cortesia” come risposta alle richieste avanzate. “Un silenzio assordante – dicono dal PD – che oltre ad essere una mancanza di rispetto, rappresenta anche una palese dimostrazione di quanto la Giunta Regionale ascolti, o meglio non ascolti il territorio”.

Poi il raddoppio della ferrovia Orte-Falconara per cui “dopo oltre 40 anni dalla progettazione, sembra che si intraveda la sua fattibilità grazie all’inserimento nel Recovery Plan, ma si assiste ad una disquisizione inutile e dannosa su una eventuale modifica al progetto originale passante per Gualdo Tadino e la fascia appenninica, che allungherebbe i tempi di esecuzione, ma come avvenne già nel 2012, rischierebbe di rendere incompiuta un’opera strategica al rilancio economico della nostra zona già martoriata da anni di crisi”.

Riguardo all’investimento di Rocchetta il PD reputa questo tema “influenzato dalla sensibilità delle persone, ma il non decidere o il rimandare il tutto ai posteri è sicuramente la scelta più sbagliata. Da sempre il Partito Democratico ha sostenuto investimenti e progetti con tutti i paletti del caso, ma come le norme vigenti prevedono, la gestione del demanio pubblico e quindi anche le concessioni minerarie, sono di competenza dello Stato che delega le Regioni e pertanto riteniamo che sia giunto il momento di decidere da che parte stare. Il tempo sta scadendo così come il rinnovo della concessione presentato dalla società, senza dimenticare l’ingente investimento di 30 milioni messo sul piatto dall’Azienda e anche su questo Gualdo e i gualdesi attendono risposte immediate, ormai non più procrastinabili”.

SCARICA LA LETTERA INTEGRALE

La nostra analisi su questi tre temi di competenza regionale – concludono dal PD – mette in evidenza che tra investimenti pubblici e privati, Gualdo Tadino potrebbe tornare ad avere una situazione economica e sociale di tutto rispetto. Facciamo quindi appello a voi tutti e in particolare al Vicepresidente della Giunta Regionale Roberto Morroni in qualità anche di cittadino gualdese che ha avuto nel recente passato l’onore di guidare la nostra comunità.
Crediamo che sia giunto il momento di lasciare da parte le appartenenze politiche e i livori personali. Questo è il momento dell’unità di intenti per rilanciare la nostra Città ed il territorio, che anche con questi tre investimenti strategici potrebbe vivere un futuro pieno di speranza anche e soprattutto per le generazioni che verranno. Paradossalmente questa pandemia sta mettendo sul tavolo molte risorse, ma se i progetti e le decisioni non verranno prese, il tutto resterà una lettera morta e il tutto come sempre a discapito dei cittadini che pagheranno a caro prezzo l’immobilismo e le mancate scelte, che negli anni potremmo solo rimpiangere
“.

Articolo precedenteGualdo Tadino, inaugurato lo spazio coworking nell’ambito del progetto WellTree
Articolo successivoIncidente sulla Pian d’Assino: autocisterna finisce fuori strada
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.