Zona rossa prorogata al 28 febbraio. “Primi segni di efficacia delle misure di contenimento”

Pubblicità

Fino al 28 febbraio una larga parte dell’Umbria rimane in zona rossa. Lo ha stabilito un’ordinanza a firma della presidente della Regione, Donatella Tesei, con la quale sono state prorogate le misure restrittive regionali e territoriali, con Amelia che torna in zona “Arancione”

La decisione è stata presa “alla luce di un andamento della curva dei contagi che non presenta ancora una stabilizzazione discendente, e nel principio di massima precauzione, nonché al fine di portare il periodo di osservazione dei fenomeni epidemiologici almeno a 21 giorni rispetto alle misure restrittive assunte”.

Inoltre la Regione, dopo l’interlocuzione con il ministro Speranza, ha inviato una seconda richiesta al Governo affinchè siano riconosciuti i ristori per le imprese e gli aiuti alle famiglie residenti nelle zone in cui sono state applicate le misure maggiormente restrittive, in aggiunta a quanto già stanziato dalla Regione.

Intanto il direttore regionale della Sanità, Claudio Dario, nella consueta conferenza stampa settimanale, ha evidenziato che in Umbria “cominciano a vedersi i primi segnali d’efficacia” delle misure di contenimento del Covid. Molto significative sono però le differenze tra le province di Perugia e Terni (sui 301 nuovi casi rilevati nelle ultime 24 ore solo 13 sono emersi in provincia di Terni). Gli esperti del nucleo epidemiologico hanno quindi spiegato che l’incidenza dei casi per 100 mila abitanti “non è più in salita”, sottolineando però che si tratta di dati da confermare nei prossimi giorni.

LA SITUAZIONE IN UMBRIA – 301 nuovi casi di coronavirus e altri 11 decessi nelle ultime 24 ore, quando sono stati processati 7.442 tamponi complessivi (3.896 molecolari e 3.546 antigenici). 269 i guariti, con gli attualmente positivi che salgono di 21 e si attestano a 8.439.

Tra i decessi anche un’anziana signora di Gualdo Tadino, la diciottesima persona del territorio gualdese a perdere la vita positiva al Covid-19. Per quanto riguarda la situazione negli ospedali, 9 ricoveri in meno (attualmente sono 545 i pazienti con coronavirus nei nosocomi umbri) dei quali 83 (2 in meno) si trovano in terapia intensiva.

LA SITUAZIONE A GUALDO TADINO – Continua il calo degli attualmente positivi nel territorio gualdese. Il sindaco Massimiliano Presciutti ha comunicato che nelle ultime 48 ore sono emersi 7 nuovi casi e 12 guarigioni, con gli attualmente positivi che scendono a 36.