Da martedì 8 giugno i Mercati di Campagna Amica a Gualdo Tadino

Pubblicità

I produttori agricoli con i caratteristici gazebo gialli dei Mercati di Campagna Amica si apprestano a sbarcare in altre due città umbre, Todi e Gualdo Tadino.

È quanto rende noto la Coldiretti Perugia, nel sottolineare l’importante novità in grado di garantire un punto di riferimento stabile settimanale, per tutti quei cittadini-consumatori alla ricerca di prodotti del territorio, di qualità e di stagione, proposti direttamente dagli imprenditori agricoli.

A Todi – informa Coldiretti – il mercato, in programma dal 29 maggio, giorno dell’inaugurazione, sarà ubicato ogni sabato mattina in Piazzale degli Atti, davanti alla sede della scuola media Cocchi-Aosta. A Gualdo Tadino, appuntamento tutti i martedì mattina, in Piazza Federico II di Svevia, con inaugurazione fissata per l’8 giugno.

I Mercati di Campagna Amica “dal produttore al consumatore” spiega Giampaolo Farchioni presidente Coldiretti Perugia – rappresentano un’opportunità importante per i consumatori e per la valorizzazione della sana alimentazione e del made in Umbria agroalimentare. I cittadini possono scegliere le eccellenze del territorio, ricevere informazioni sulle produzioni, sulla salubrità e genuinità di ciò che si acquista e si mangia. Un luogo “vicino alla gente”, che fa parte di una comunità, quella di Campagna Amica, dove è basilare la fiducia che si crea tra produttori e consumatori. I mercati contadini – aggiunge Farchioni – recuperando un posto importante in città, consentono di andare incontro alle esigenze delle famiglie che vogliono consumare prodotti distintivi e locali. Con gli agricoltori pronti ad intercettare la crescente sensibilità verso un modello di consumo che, garantendo la freschezza, tagliando le intermediazioni e riducendo le distanze che devono percorrere gli alimenti, ha effetti positivi anche sul piano salutistico, economico ed ambientale”.

Una decina le aziende agricole impegnate in ciascuno dei due nuovi mercati che proporranno, tra l’altro, ortofrutta, formaggi, olio extravergine di oliva e vino, ma anche salumi, carne, legumi, pasta, farine, pane, prodotti da forno, confetture, conserve, miele, piante e fiori.

“Un’ulteriore opportunità per promuovere il lavoro degli imprenditori agricoli umbri in città, la “filiera corta” e il mangiar sanoribadisce Mario Rossi direttore regionale Coldiretti – con i mercati di Campagna Amica che sono diventati non solo luogo di consumo, ma anche spazi aperti all’educazione alimentare, alla socializzazione, alla cultura e alla solidarietà. La prolungata fase di pandemia non ha fermato l’attività della vendita diretta anche nei mercati di Campagna Amica, capaci di conciliare al meglio gli interessi delle imprese agricole con quelli della società.

Si tratta, a vent’anni esatti dalla Legge di Orientamento fortemente sostenuta da Coldiretti, che ha permesso di allargare i confini dell’attività agricola pure alla vendita diretta – precisa Rossi – di iniziative in grado di contribuire a sostenere il lavoro, l’economia locale e il territorio, in cui l’agroalimentare deve continuare ad esercitare un ruolo di primo piano.”

Articolo precedenteVaccinazioni, da giovedì 20 maggio preadesioni per la fascia 59-50 anni
Articolo successivoVaccini: accordo tra Regione Umbria e medici di medicina generale
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.