Addio a “Iccio”. Gualdo Tadino piange Claudio Fiorucci

Pubblicità

E’ morto questa mattina all’età di 63 anni, dopo una lunga malattia, Claudio Fiorucci, da tutti conosciuto a Gualdo Tadino come “Iccio”.

Da sempre nel mondo del calcio, è stato uno dei protagonisti del Gualdo tra la seconda metà degli anni Settanta e la prima parte degli anni Ottanta. Centrocampista di grande sostanza, esordì giovanissimo con la maglia biancorossa e le sue qualità lo portarono in serie D con la Falconarese. Tornato a Gualdo, proseguì la sua carriera al vecchio “Carlo Angelo Luzi” per poi indossare anche le casacche di Spoleto, Valfabbrica e Casacastalda.

Da allenatore iniziò nei settori giovanili di Gualdo e Nocera, ottenendo ottimi risultati, per poi passare a guidare la prima squadra del Morano, vincendo due campionati consecutivamente. Successivamente è stato uno dei più stretti collaboratori di Mario Mingarelli sulle panchine di Nocera, Casacastalda, Ponte Felcino e Cerqueto.

Dotato di una grandissima simpatia e umanità, di lui rimarranno impressi in chi lo ha conosciuto il suo sorriso e la battuta sempre pronta. I funerali si svolgeranno lunedì prossimo nella Basilica Cattedrale di San Benedetto a Gualdo Tadino
Ai familiari le più sentite condoglianze da parte della nostra redazione.