Borghi del Respiro, due progetti presentati dagli alunni nocerini

Pubblicità

Venerdì 21 maggio, presso la Sala del Museo Archelogico Nocera Umbra, alcuni studenti sia del Liceo delle Scienze Umane che dell’Istituto Tecnico Industriale, insieme ai loro docenti, hanno partecipato alla Festa del Respiro, durante la quale il Comitato Scientifico, coordinato dal Centro Politiche e Bio-economia del CREA, ha presentato i comuni candidati a Borgo del Respiro, per il 2021.

Nocera Umbra si presenta come città pilota del progetto in Italia. Proprio per questo, alcuni alunni nocerini della classe terza dell’Istituto Tecnico Industriale e del Liceo delle Scienze Umane hanno strutturato un progetto di orientamento per le competenze trasversali, il PCTO, nelle azioni per la tutela della salubrità dell’aria e della riduzione del traffico veicolare urbano (Walk-Ability e Detective del Verde Allergenico).

Le classi sono state accompagnate in questo percorso dai tutor interni, prof.ssa Rosa Notaro e prof Franco Buriani, dagli esperti ISPRA e CREA e dalla referente e coordinatrice del PCTO “Le azioni dei Borghi del respiro per la qualità dell’aria”, dott.ssa Francesca Marinangeli. Entrambi i progetti hanno avuto lo scopo di valorizzare l’elevata qualità ambientale del nostro territorio.

Negli ultimi anni il verde urbano ha assunto un’importanza sempre maggiore, non solo per il suo ruolo sociale, ma anche per la promozione della salute. Proprio per questo gli studenti impegnati nel progetto “Detective del Verde” hanno studiato le piante che contribuiscono ad aumentare in maniera esponenziale il contenuto di pollini allergenici nell’ atmosfera del nostro territorio. I ragazzi che hanno seguito il percorso “Walkability” si sono invece interessati alle modalità sostenibili di spostamento casa-scuola.

Il prof. Buriani ha sottolineato l’importanza per i ragazzi di svolgere PCTO su tali tematiche: ”A mio avviso – ha affermato – occorre potenziare nella scuola di ogni ordine e grado, ma ovviamente soprattutto negli istituti superiori , esperienze di questo tipo con la possibilità di affiancare alla formazione scolastica, troppo spesso prettamente teorica,  periodi di formazione professionale in aziende o altre attività che favoriscono l’integrazione con il mondo del lavoro e aiutino i giovani a sviluppare capacità di scelte autonome.”

Durante l’evento sono stati proiettati i lavori realizzati in itinere dai ragazzi. La giornata è iniziata con i saluti da parte del sindaco di Nocera Umbra Giovanni Bontempi, del presidente dell’associazione nazionale “Borghi del respiro” Luciano Morini e del preside dell’istituto omnicomprensivo Dante Alighieri di Nocera Umbra Leano Garofoletti. E’ seguito l’intervento di Francesca Marinangeli, coordinatrice del progetto, che ha illustrato il PCTO inerente le “azioni dei Borghi del Respiro per la qualità dell’aria”.

Successivamente c’è stata la proclamazione dei nuovi borghi del respiro 2021, la firma del patto per il respiro e la consegna delle targhe con il logo ufficiale dell’Associazione Nazionale Borghi Del Respiro ai comuni di Bagno di Romagna, Navelli (Civitaretenga), Otricoli, Paganico Sabino e Sante Marie.

In conclusione si è svolta la diretta web dall’Università di Tor Vergata a Roma, dal Campus Biomedico con Luciano Minerva, al fine di presentare e promuovere nuovi spazi sul sito per il rilancio del turismo nei borghi

Articolo precedenteA Sigillo concluso il weekend di formazione per accompagnatori e-bike
Articolo successivoDalla Germania donate tremila mascherine all’Easp di Gualdo Tadino
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.