Charles Leclerc e Mario Donnini premiati al Trofeo Bandini

Pubblicità

Il giornalista gualdese di Autosprint Mario Donnini ha ricevuto la Medaglia d’Oro nell’ambito del prestigioso Trofeo Lorenzo Bandini che è stato assegnato al pilota della Ferrari Charles Leclerc. La premiazione, relativa all’anno 2020 ma che, causa pandemia, non si era potuta svolgere lo scorso mese di dicembre, per lo stesso motivo si è svolta al Museo Ferrari e non a Brisighella, patria del pilota a cui è intitolato il trofeo.

Oltre a Leclerc e Donnini, sono stati premiati il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il collaudatore Ferrari e opinionista Sky Marc Genè, il pilota della Safety Car Bern Mylander, i giornalisti Paolo Ianieri e Luigi Perna della Gazzetta dello Sport, il General Manager Ferrari Jonathan Giacobazzi e il responsabile risorse umane della scuderia Michele Antoniazzi.

Questi importanti riconoscimenti sono stati istituiti nel 1992 in memoria del pilota Lorenzo Bandini, morto a 31 anni a Montecarlo in un incidente di gara. Il Trofeo Bandini viene assegnato ogni anno a una figura di spicco del mondo della Formula 1, designata da un apposito comitato, mentre con la Medaglia d’Oro vengono premiati giornalisti sportivi di rilievo nazionale e internazionale.

Mario Donnini, scrittore e giornalista, è in Autosprint dal 1994 ed è una delle firme più autorevoli degli sport motoristici. Al suo attivo ha oltre due dozzine di libri, diversi dei quali sono diventati best seller del settore. Il suo libro “Il Rombo del Cigno” ha ispirato il film “Quando corre Nuvolari”.

Sono molto onorato di ricevere questo premio – ha detto a sua volta Leclerc a Sky Sport – Rappresenta tanto, lo so, e ora tocca a me dare il meglio in pista. Ci sono tanti campioni che hanno ricevuto questo premio