Charles Leclerc e Mario Donnini premiati al Trofeo Bandini

Il giornalista gualdese di Autosprint Mario Donnini ha ricevuto la Medaglia d’Oro nell’ambito del prestigioso Trofeo Lorenzo Bandini che è stato assegnato al pilota della Ferrari Charles Leclerc. La premiazione, relativa all’anno 2020 ma che, causa pandemia, non si era potuta svolgere lo scorso mese di dicembre, per lo stesso motivo si è svolta al Museo Ferrari e non a Brisighella, patria del pilota a cui è intitolato il trofeo.

Oltre a Leclerc e Donnini, sono stati premiati il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il collaudatore Ferrari e opinionista Sky Marc Genè, il pilota della Safety Car Bern Mylander, i giornalisti Paolo Ianieri e Luigi Perna della Gazzetta dello Sport, il General Manager Ferrari Jonathan Giacobazzi e il responsabile risorse umane della scuderia Michele Antoniazzi.

Questi importanti riconoscimenti sono stati istituiti nel 1992 in memoria del pilota Lorenzo Bandini, morto a 31 anni a Montecarlo in un incidente di gara. Il Trofeo Bandini viene assegnato ogni anno a una figura di spicco del mondo della Formula 1, designata da un apposito comitato, mentre con la Medaglia d’Oro vengono premiati giornalisti sportivi di rilievo nazionale e internazionale.

Mario Donnini, scrittore e giornalista, è in Autosprint dal 1994 ed è una delle firme più autorevoli degli sport motoristici. Al suo attivo ha oltre due dozzine di libri, diversi dei quali sono diventati best seller del settore. Il suo libro “Il Rombo del Cigno” ha ispirato il film “Quando corre Nuvolari”.

Sono molto onorato di ricevere questo premio – ha detto a sua volta Leclerc a Sky Sport – Rappresenta tanto, lo so, e ora tocca a me dare il meglio in pista. Ci sono tanti campioni che hanno ricevuto questo premio

Articolo precedenteDomenica 18 luglio torna la tradizionale “Camminata Avisina”
Articolo successivoMeteo, rinviati due spettacoli alla Rocca Flea. La Palestra Digitale in taverna
Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria. Ex direttore artistico di Radio Tadino (1985-1986), ideatore e curatore di programmi televisivi giornalistici delle emittenti Rete7 (1985-1990) e TV23 (2003-2006). Esperienze varie come corrispondente di varie pubblicazioni, fra cui Calcio Perugia (2005), La Voce di Perugia (2006-2007). E' stato collaboratore dell’agenzia di stampa Infopress (2004-2012), ha scritto articoli per testate quali Il Giornale dell’Umbria, La Nazione, Il Corriere di Romagna, Il Sannio, Il Crotonese, Il Corriere di Forlì, La Nuova Ferrara. Iscritto all’Associazione Italiana Reporter e Fotografi dal 2009. Coideatore e curatore del sito gualdocalcio.it (1998-2012) e gualdocasacastalda.it (dal 2013 al 2016). Addetto stampa del Gualdo Calcio in serie C e altre categorie (dal 2004 al 2012) e del Gualdo Casacastalda in serie D (dal 2013 al 2016). Segretario dell’Ente Giochi de le Porte di Gualdo Tadino dal 2014 al 2017. Componente della redazione dei periodici Il Nuovo Serrasanta e Made in Gualdo. Autore del libro "Libera, ma Libera Veramente" (edizioni Eta Beta, 2021).