Crisi ex Merloni, Caparvi (Lega) chiede la reindustrializzazione del sito

Pubblicità

Sulla crisi Indelfab arriva in Parlamento l’interrogazione dell’onorevole Virginio Caparvi per chiedere la reindustrializzazione del sito sfruttando subito parte dei primi 25 miliardi del Recovery, così da accelerare un processo non più rinviabile.

“Oltre la possibilità di ulteriori sei mesi di cassa integrazione – spiega Caparvi – ci deve essere un deciso passo in avanti che può essere solo quello della reindustrializzazione, non possiamo esitare ulteriormente o ci ritroveremo a pronunciare di nuovo gli stessi discorsi di sempre. Il Mise, presente al tavolo, data la complessità della vertenza, ha manifestato disponibilità a proseguire l’attività di scouting nell’ottica di individuare investitori italiani ed esteri interessati ad un progetto di valorizzazione del sito industriale Indelfab.

“È auspicabile – continua il deputato nocerino – che una quota parte di risorse del primo pacchetto di aiuti post Covid, pari a 25 miliardi sui 191,5 attesi, come annunciato dal Ministro dell’economia al termine dell’Ecofin, possa essere finalizzata proprio a questa area duramente colpita”.