Covid, balzo di nuovi casi in Umbria. A Gualdo Tadino invitati in quarantena dopo una cerimonia

Pubblicità

Ancora un’impennata in Umbria di nuovi positivi al coronavirus. Dopo i 30 casi emersi ieri, oggi il bollettino della Regione riporta 67 nuovi casi, con nessun guarito. Gli attualmente positivi risalgono così a 753 e il tasso di positività è anch’esso in rialzo, all’1,56 per cento. Un ricoverato in più in ospedale, dove sono curate 6 persone delle quali 1 in terapia intensiva.

Una impennata che inizia a preoccupare anche i responsabili della Regione che, tramite il commissario straordinario Massimo D’Angelo snocciola dati e, sulla base di questi, invita le persone a vaccinarsi: “Il dato più significativo – sottolinea – è che 46 nuovi casi su 67 sono persone non vaccinate. Allo stesso modo, tra i 21 nuovi positivi che presentano una sintomatologia lieve, 16 non sono vaccinati. I dati ribadiscono inequivocabilmente quanto sia importante sottoporsi a vaccinazione, per proteggere se stessi e gli altri. L’analisi dei dati nazionali evidenzia inoltre che nei soggetti che contraggono il virus e sono vaccinati con ciclo completo, il rischio di ospedalizzazione si riduce in maniera drastica rispetto ai soggetti contagiati e non vaccinati.

GUALDO TADINO ATTENZIONATA – Altri 3 casi sono risultati quest’oggi, che si vanno ad aggiungere agli altri 2 dei giorni precedenti, dopo che per una ventina di giorni il territorio era rimasto Covid-free.

Il sindaco Massimiliano Presciutti ha comunicato che è in atto uno screening sui partecipanti a un matrimonio celebrato la scorsa settimana dal quale sono emersi alcuni casi di positività. Gli invitati e il personale che ha servito al pranzo sono stati posti in isolamento fiduciario e sottoposti a tamponi (si parla complessivamente di un centinaio di persone), i cui esiti si conosceranno nella giornata di martedì. “Essendo passata più di una settimana dal contatto, chi martedì avrà il tampone negativo praticamente potrà concludere la quarantena”, ha detto Presciutti al Corriere dell’Umbria.

Lo stesso primo cittadino, che aveva celebrato la cerimonia, ha detto che lunedì, pur essendo vaccinato con doppia dose e non avendo partecipato al banchetto, effettuerà il tampone molecolare nonostante non si trovi in quarantena, poichè il rito si è svolto osservando tutte le indicazioni prescritte tra le quali poche persone in sala consiliare, distanziamento e mascherine.

Articolo precedenteE se Totila avesse vinto a Tagina? Con “L’Impero di Tadinum” prosegue il racconto parallelo di Luigi Righi
Articolo successivoFossato di Vico: ammodernato il parco auto
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.