“Custodia del Creato”, sabato 28 al santuario della Madonna della Ghea l’incontro promosso dalle Acli

Sabato 28 agosto dalle ore 16,30 presso il Santuario della Madonna della Ghea nella frazione di Purello di Fossato di Vico, si terrà il tradizionale incontro organizzato dal circolo Acli Ora et Labora in collaborazione con i circoli della zona eugubino-gualdese, che anticipa la 16° “Giornata nazionale per la Custodia del Creato” del 1 settembre.

E’ il settimo anno consecutivo che l’attivo circolo fossatano promuove una riflessione sulle tematiche ambientali che sono sempre divenute di maggior attualità come dimostrano i numerosi disastri ambientali che hanno sconvolto, anche negli ultimi mesi, varie zone nel mondo.

Il messaggio lanciato per l’edizione 2021 dalla Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, e dalla Commissione Episcopale per l’ecumenismo e il dialogo ha un titolo tanto eloquente quanto impegnativo: “Camminare in una vita nuova” (Rm 6,4). La transizione ecologica per la cura della vita.

La 16° Giornata nazionale per la Custodia del Creato si inserisce in un momento in cui la Chiesa italiana è in cammino verso la 49° Settimana sociale dei cattolici italiani che avrà per titolo: “Il pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro, futuro. #tuttoèconnesso”.

Relatore del convegno don Tonio Dell’Olio, presidente della Cittadella Civitate Christiana di Assisi ed ospite per la prima volta di un incontro organizzato dal circolo Acli fossatano. Modererà il presidente Sante Pirrami. Il pomeriggio si concluderà alle ore 18 con la santa messa celebrata da don Raniero Menghini, in cui verrà ricordato l’indimenticabile presidente nazionale delle Acli Giovanni Bianchi a quattro anni dalla sua scomparsa.

Articolo precedenteNocera Umbra: “Memorie cantate”, il ricordo delle vittime e la richiesta di intitolare una via
Articolo successivoParola ai lettori: “Giù le mani dalla piastra polivalente di Cartiere”
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.