Comunanza Agraria Appennino Gualdese, si dimette Nadia Monacelli

Pubblicità

Nadia Monacelli, presidente della Comunanza Agraria Appennino Gualdese da lungo tempo, si è dimessa dalla carica, lasciando il posto a Mauro Guerrieri. Particolari le motivazioni elencate nella nota stampa odierna: “Gravi problemi e rischi personali“.
Mi prendo una pausa, troppe insidie mi minacciano – scrive la Monacelli – ne va della mia incolumità, di quella dei miei familiari e dei miei compagni di strada”.

Secondo il comunicato “negli ultimi anni e mesi Nadia Monacelli ha registrato una serie di eventi, tra loro in parte collegati e in parte da approfondire, a seguito dei quali deve mettere in sicurezza i suoi beni più cari“.

La situazione è ormai insostenibile, devo raccogliere tutte le forze e le informazioni per fermare questa deriva pericolosa e per questo ringrazio i colleghi della Comunanza che mi consentono, ai sensi dello Statuto, di potermi prendere il tempo necessario per superare questa fase” – si legge nel comunicato stampa.

È quindi Mauro Guerrieri, persona che secondo la Comunanza “garantisce i principi su cui si fonda storicamente la Comunanza” a subentrare nelle funzioni della Presidente che parla comunque di una sospensione temporanea.

Purtroppo ogni giorno si susseguono eventi e situazioni – conclude la ex Presidente – che confermano il pericolo che sto correndo insieme a tante persone care e anche le dichiarazioni recenti e gli eventi convocati a breve da forze politiche locali dimostrano quanto grave sia la situazione. Questo mio impedimento temporaneo, non più rinviabile, è stato valutato e deciso da varie settimane e l’affrettata comunicazione di queste forze dimostra che sono in qualche modo anche tracciata”.

Il resto del comunicato stampa annuncia l’apertura di una “una nuova fase per la Comunanza Agraria Appennino Gualdese, che può continuare a costruire quel bene comune e collettivo che continua a ricevere, ormai da tempo, attacchi continui in un crescendo che non pare avere limiti morali e materiali. L’Appennino Gualdese è costituito da un complesso di beni soggetti ad uso civico ovvero di proprietà della popolazione di Gualdo Tadino, titolare da tempo immemorabile di tali diritti“.

Articolo precedenteIl Pd contro la Comunanza: “Tentativo di boicottaggio nei confronti di Rocchetta”
Articolo successivoGualdo Tadino, tragedia sul Serrasanta. Donna trovata morta dal marito
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.