E’ arrivato l’ok del Prefetto al piano di sicurezza. I Giochi de le Porte avranno l’edizione 2021

Pubblicità

“Il piano di sicurezza proposto per l’edizione 2021 dei Giochi de le Porte ha avuto l’ok e ricevuto i complimenti di Prefetto, Questore e forze dell’ordine. Andiamo avanti insieme con grande senso di responsabilità.”

Con questo messaggio postato su Facebook, il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti ha di fatto ufficializzato che i Giochi de le Porte 2021 si svolgeranno secondo il piano di sicurezza presentato dal Comune di Gualdo Tadino che ha avuto il via libera da parte del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica. All’incontro, svoltosi presso la Prefettura, hanno partecipato il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti e il presidente dell’Ente Giochi Cinzia Frappini, insieme al Comandante della Polizia Locale Gianluca Bertoldi e al redattore del Piano di Sicurezza, l’ingegnere Sergio Spigarelli.

Prefetto e Questore – riporta una nota del Comune di Gualdo Tadino – si sono anche complimentati per la minuziosa stesura del Piano di Sicurezza e per la conformità di esso a tutte le normative in vigore per quanto attiene la pubblica salute e sicurezza. Sono state suggerite alcune migliorie che, sia il Comune che l’Ente Giochi de le Porte di concerto, andranno a mettere in atto per poter garantire un’edizione 2021 nel pieno rispetto delle norme vigenti.

Il piano, da indiscrezioni, prevede una “bolla” per tutta la zona del centro storico di Gualdo Tadino, nella parte all’interno dell’anello percorso dal corteo e dalle gare della domenica. Nello specifico: via Calai, via Bersaglieri, Corso Piave, Corso Italia e piazza Martiri della Libertà.

Quest’area, protetta da nove varchi di accesso, entrerà in “bolla” il venerdì e il sabato pomeriggio e la domenica mattina. L’accesso sarà consentito solo ai possessori di green pass, mascherina e biglietto per uno dei 1.192 posti riservati al pubblico (tra tribune e posti in piedi lungo il percorso) allestiti in 19 settori.

Complessivamente, inclusi i figuranti del corteo storico (ridotto a 150 persone per Porta quello del sabato sera, di circa la metà quelli del venerdì e della domenica), giocolieri e addetti, saranno circa 2.000 le persone che potranno stazionare all’interno. Altra novità è il divieto per i cortei di sostare in piazza.

Una novantina le persone che si occuperanno della sicurezza, con alcuni maxi schermi che verranno posizionati fuori dall’anello.

Data la complessità di questa festa, lo sforzo prodotto da Comune di Gualdo Tadino, Ente Giochi e associazioni di volontariato è stato notevole, ma l’obiettivo di poter riassaporare l’atmosfera del Palio di San Michele Arcangelo, dopo lo stop del 2020, è stato centrato.

 

Articolo precedenteDoppio furto con spaccata nella notte a Gualdo Tadino e Gubbio
Articolo successivoCarmela de Marte porta in scena a Gubbio “I Am (io sono)”, un racconto del rapporto tra corpo e mente
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.