Gualdo Futura contro il senatore Romagnoli: “Vuole la chiusura di Rocchetta per favorire il fabrianese?”

Gualdo Futura all’attacco del senatore Sergio Romagnoli del Movimento 5 Stelle che nei giorni scorsi, insieme alla collega Emma Pavanelli, ha presentato un esposto in Questura sui pozzi di attingimento di Rocchetta.

Il gruppo consiliare di maggioranza si dice “particolarmente perplesso sulle loro dichiarazioni (dei due senatori pentastellati, ndr) e in particolare da quelle espresse dal Senatore dei 5 stelle Sergio Romagnoli, che in sede di incontro ha palesato il concetto che i pozzi vanno chiusi in rispetto della sentenza, e alla richiesta che fine fanno i dipendenti ha parlato di cassa integrazione, reddito di cittadinanza e altre forme varie… Grazie per l’interessamento – scrive ancora Gualdo Futura – ma ne faremmo volentieri a meno: senza svilire le varie forme citate a noi interessa il lavoro per 150 persone e la dignità che esso dà alle persone.”

Gualdo Futura ipotizza che l’esposto avrebbe come obiettivo la chiusura dell’azienda Rocchetta. Una chiusura che, per collegamento, garantirebbe in futuro l’utilizzo delle sorgenti di questo territorio per fornire acqua alle Marche.

“Il senatore Romagnoli è di Fabriano – sottolinea Gualdo Futura – pertanto sa bene quanto la sorgente Umbra di Capo d’acqua, nel comune di Nocera Umbra, sia indispensabile per il Fabrianese e per gran parte dell’Anconetano. Ricordiamo che a cavallo degli anni 70/80 l’allora sindaco di Fabriano Antonio Merloni posizionò un suo stabilimento a Nocera Umbra grazie allo scambio con appunto la sorgente di Capo d’acqua e oggi, dopo che da anni non esce più nessuna produzione, non capiamo il perchè gli oltre 250 litri di acqua/secondo continuino a riversarsi verso Fabriano – Ancona.”

“Non vorremmo che nei pensieri dei 5 stelle locali sostenuti dal Senatore della Repubblica, ci sia l’intenzione sotto la bandiera ecologista, di depauperare il nostro territorio a favore di quello aldilà dei monti – conclude Gualdo Futura – Per questo e per altro chiamiamo alla responsabilità tutte le forze politiche locali, regionali, nazionali e il sindacato: c’è una sentenza del Consiglio di Stato da far rispettare e che ha stabilito cosa e chi deve fare, quindi noi siamo per far rispettare le leggi e le regole.”

Articolo precedenteLa Comunanza torna all’attacco: “Il sindaco ha consegnato la città nelle mani di un’azienda”
Articolo successivoComune di Gualdo Tadino, contributi per utenze domestiche e canoni di locazione
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.