Con il Progetto RETE! alla “Notte dei Ricercatori” a Perugia

Venerdì 24 settembre torna la “Notte Europea dei Ricercatori”, iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti Paesi europei. L’obiettivo è di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante. Una serata durante la quale verranno raccontate la passione, le scoperte e le sfide dei ricercatori di tutta Europa attraverso mostre, spettacoli, concerti, giochi, conferenze e molte altre iniziative rivolte al grande pubblico.

Il Progetto RETE!, sostenuto dall’impresa sociale “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, anche quest’anno promuove la partecipazione di tutti i bambini e ragazzi di età compresa tra 7 e 13 anni (scuola primaria e secondaria di primo grado) della Fascia Appenninica, insieme alle loro famiglie, alla Notte dei Ricercatori di Perugia, dove assume la denominazione “Sharper”. 

L’appuntamento è fissato alle ore 18,30 presso il piazzale del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia in Via Pascoli (dietro alla mensa centrale). Sarà quindi proposto uno spettacolo teatrale interattivo nel quale il mondo della fisica e della ricerca verrà presentato ai bambini in modo del tutto originale. Dalle ore 20 alle 24 la serata proseguirà con eventi ed incontri scientifici sparsi in tutto il capoluogo.  

In particolare, esperti del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università e dell’Associazione Astronomica Umbra, attenderanno bambini e genitori presso l’edificio di Fisica, in via Alessandro Pascoli. Qui, in uno spazio all’aperto opportunamente attrezzato, avrà luogo uno spettacolo teatrale interattivo, pensato proprio per coinvolgere i ragazzi e le loro famiglie, in modo creativo e sorprendente, nel mondo della ricerca scientifica. Seguirà la possibilità di osservare pianeti e stelle con i telescopi dell’Associazione Astronomica Umbra, anch’essa partner del progetto RETE!.

Lo spettacolo sarà proposto alle 19 e poi in replica alle 20,30 e alle 21,30. La serata potrà poi proseguire con la visita ai laboratori aperti al pubblico e con la partecipazione ai numerosi eventi che si susseguiranno in tutta la città fino a mezzanotte.

Per essere sicuri di trovare posto al “Teatro di Fisica” è suggerito prenotarsi inviando un messaggio email a progettorete@educareallavitabuona.it specificando l’età dei bambini o ragazzi partecipanti. Naturalmente, sarà necessario esibire il Green Pass per gli over 12. 

Il programma completo può essere consultato sul sito: http://www.sharper-night.it/sharper-perugia/

Articolo precedenteA Gualdo Tadino arriva una nuova banca, la Bcc di Pergola e Corinaldo. Sabato l’inaugurazione
Articolo successivoLa Regione Umbria approva il bonus bebè, 400mila euro i fondi a disposizione
Marco Gubbini
Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria. Ex direttore artistico di Radio Tadino (1985-1986), ideatore e curatore di programmi televisivi giornalistici delle emittenti Rete7 (1985-1990) e TV23 (2003-2006). Esperienze varie come corrispondente di varie pubblicazioni, fra cui Calcio Perugia (2005), La Voce di Perugia (2006-2007). E' stato collaboratore dell’agenzia di stampa Infopress (2004-2012), ha scritto articoli per testate quali Il Giornale dell’Umbria, La Nazione, Il Corriere di Romagna, Il Sannio, Il Crotonese, Il Corriere di Forlì, La Nuova Ferrara. Iscritto all’Associazione Italiana Reporter e Fotografi dal 2009. Coideatore e curatore del sito gualdocalcio.it (1998-2012) e gualdocasacastalda.it (dal 2013 al 2016). Addetto stampa del Gualdo Calcio in serie C e altre categorie (dal 2004 al 2012) e del Gualdo Casacastalda in serie D (dal 2013 al 2016). Segretario dell’Ente Giochi de le Porte di Gualdo Tadino dal 2014 al 2017. Componente della redazione dei periodici Il Nuovo Serrasanta e Made in Gualdo. Autore del libro "Libera, ma Libera Veramente" (edizioni Eta Beta, 2021).