San Donato stravince una storica edizione dei Giochi de le Porte

San Donato si è aggiudicato il Palio 2021 dei Giochi de le Porte, un’edizione che per diversi aspetti rimarrà nella storia.

La porta giallobianca, con quattro vittorie su quattro, ha dominato la scena e già prima della gara più affascinante, quella della corsa a pelo, aveva la matematica certezza del suo quindicesimo successo. La classifica parziale infatti recitava: San Donato 36, San Martino, San Facondino e San Benedetto 18.

Grande protagonista il somaro Contrappasso, all’esordio in piazza, che ha vinto entrambe le gare.

Con San Donato vittorioso nella corsa a carretto e nel tiro con la fionda e con l’arco, le altre Porte si sono di fatto annullate a vicenda, permettendo ai portaioli del priore Marco Brunetti di poter festeggiare già dopo il successo nel tiro con l’arco.

La corsa a pelo è servita soltanto per definire la classifica finale dei Giochi de le Porte 2021, ma ha mantenuto inalterato il proprio fascino.

L’inizio delle gare, con la corsa a carretto, ha portato all’esordio in piazza di due somari (Contrappasso di San Donato e Uragano di San Martino) e anche di due equipaggi che hanno affrontato l’anello del centro storico per la prima volta in assoluto, considerato che quest’anno, causa pandemia, non è stato permesso l’addestramento nei giorni precedenti la disputa del Palio. San Benedetto e San Facondino, con Gaspare e Indio, hanno invece puntato su animali già conoscitori del percorso e che nel recente passato avevano contribuito a far vincere il palio alle rispettive Porte con le loro prestazioni.

I tempi sono stati identici per due coppie: San Donato e San Benedetto hanno chiuso in 1’59”, San Facondino e San Martino in 2’05”. Per stabilire l’ordine di classifica si è ricorso ai decimi, che hanno premiato i giallobianchi, davanti a San Benedetto. Terzo San Martino, quarto San Facondino.

La gara con la fionda si è conclusa dopo una lunga serie di spareggi, sia per il terzo che per il primo posto. San Donato, al termine di ben cinque tiri di spareggio, ha avuto la meglio su San Facondino, così come San Benedetto ha prevalso per il terzo posto su San Martino.

Giallobianchi ancora in vetta nel tiro con l’arco davanti a San Martino, San Facondino e San Benedetto: una vittoria decisiva, questa, che ha di fatto assegnato in anticipo il Palio 2021. In questa gara va sottolineato il bel gesto di tutti gli avversari al giovanissimo arciere di Porta San Benedetto, Giulio Locchi, che, vincitore pochi giorni fa della Coppa Italia a Massa nella categoria Allievi e quindi dalle qualità indiscusse, come moltissimi suoi colleghi nel corso degli anni ha subìto il “peso del palchetto” concludendo all’ultimo posto. Tutta la piazza ha capito lo stato d’animo del ragazzo e gli ha tributato un lungo applauso, con gli avversari che gli si sono avvicinati per rincuorarlo. Forse è stato questo il momento più emozionante delle gare.

Pur con la vittoria in tasca, anche nella corsa a pelo San Donato ha lasciato soltanto le briciole agli avversari, trionfando nella gara più spettacolare tra il tripudio dei suoi portaioli, con la classifica finale che, dietro ai giallobianchi, vedeva San Benedetto, San Facondino e San Martino, cioè l’ordine di arrivo dell’ultima sfida.

Articolo precedenteUn corteo ancor più affascinante nel sabato dei Giochi. Oggi l’assegnazione del Palio
Articolo successivoComune di Gualdo Tadino, contributi per l’acquisto dei libri di testo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.