Gualdo Tadino piange Massimiliano Rondelli, coordinatore del gruppo di Protezione Civile

Pubblicità

Questa notte è improvvisamente venuto a mancare all’età di 71 anni Massimiliamo Rondelli, coordinatore del Gruppo Sorgente di Protezione Civile Gualdo Tadino nonché delle sei associazioni di protezione civile dell’Alta Umbria.

Massimiliano Rondelli era una figura conosciutissima in città per la sua fervente attività nel mondo dell’associazionismo gualdese. In passato aveva ricoperto l’incarico di Priore di Porta San Benedetto e di Gonfaloniere dell’Ente Giochi de le Porte. Nell’ultimo periodo era stato uno degli artefici della ricomposizione della frattura che si era aperta all’interno della Porta gialloblù.

Socio fondatore e già presidente del Lions Club di Gualdo Tadino, Rondelli in questi momenti viene ricordato da molte associazioni con cui ha collaborato, oltre che dalle Porte che hanno voluto salutare l’ex priore e gonfaloniere. I funerali avranno luogo martedì 5 ottobre alle ore 15 nella basilica cattedrale di San Benedetto. Ai familiari di Massimiliano le più sentite condoglianze da parte della nostra redazione.

Il ricordo di Giuliano Santelli ex Presidente della Consulta Regionale del Volontariato di Protezione Civile

Questa mattina. ci ha colto come una pietra scagliata in testa la notizia per telefono; “Giuliano, sono Lorenzo di Pietralunga,”è morto Massimiliano Rondelli della Sorgente di Gualdo Tadino”

Rimani interdetto, incredulo, ma come, quando, se pochi giorni fa stava operando sull’alluvione a Perugia? Se nè andato questa mattina, avrei voluto sentirlo per la Perugia -Assisi, per come al solito, dare una mano in caso di manifestazioni importanti.

Massimiliano io lo conosco dal 1997, il terremoto che sconvolse tutta l’Umbria del nord. Attivo sin dalle prime ore con il suo Gruppo a fianco di Rolando Pinacoli l’indimenticabile Sindaco del terremoto. Poi con Lui ho partecipato a diverse emergenze, il suo Gruppo di Volontari sempre presenti, uomo della protezione civile a tutto tondo, grande coordinatore, “diceva sempre faccio il bancario per campare, il volontario per dare un senso alla vita”, insieme siamo stati in Molise come responsabile dei materiali e mezzi, poi a Paganica per diverso tempo, con il suo ingegnere (volontario) ridisegnammo insieme a Barbara Toccaceli la disposizione delle tende, dando un senso “urbano” a quel campo d’emergenza. Sono stato con Lui nella Consulta Regionale del volontariato di Protezione Civile dove la sua “praticità” senso operativo, è stata di grande aiuto nell’elaborazione della Colonna Mobile Regionale.

Ci siamo un’ultima volta lo scorso Luglio 2020 in occasione del rinnovo della Consulta, mi disse che aveva grandi progetti per il coordinamento dell’Alta Umbria, sentiva la necessità di unire le forze di fare squadra, superando le differenze e le diffidenze da prima donna che venivano da alcune Gruppi.

Alcuni mesi prima eravamo stati insieme ad altri colleghi a casa di Claudio Casaccio, bisbocciando, anche quello era un modo per stare insieme sentirsi parte della grande famiglia del volontariato.

Ciao Max che la terra ti sia lieve.

Il saluto di Porta San Benedetto

Oggi è un bruttissimo giorno per Gualdo, per i Giochi e per la nostra amata Porta. Purtroppo è venuto a mancare un pilastro per la nostra comunità, un Priore amatissimo e un gualdese che si è sempre messo al servizio della sua città e delle persone in difficoltà: Massimiliano Rondelli. Siamo vicini alla sua famiglia con il cuore colmo di lacrime e dolore. In particolare i nostri Priori Marco e Stefania.

Descrivere il Priore Massimiliano è difficile, ci vorrebbe un libro: vogliamo soltanto dirvi quello che ha fatto per noi nell’anno più difficile. Con dedizione e pazienza ha ricucito i rapporti tra le componenti, si è messo a disposizione per rappresentarci in molte uscite pubbliche ed ha rinunciato una volta ripartiti a qualsiasi incarico nonostante tutti i portaioli avevano piena fiducia in lui. Se oggi San Benedetto è tornato dal buio è soprattutto merito suo.

E’ difficile dire e scrivere altro. ma una promessa la vogliamo fare: il suo nome, il suo impegno, la sua storia saranno trasmessi per sempre dal nostro popolo giallo-blu. Ciao Massimiliano….ciao nostro grande Priore!

Articolo precedenteUna donna si perde sul Serrasanta. In corso le operazioni di recupero con elicottero dei Vigili del fuoco
Articolo successivoChirurgia innovativa con il robot utilizzato dal dottor Paolo Fiore
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.