Chiuso il punto vaccinale presso Rocchetta, l’azienda dona all’Usl le apparecchiature presenti all’interno

Una donazione di apparecchiature e materiali (tra cui poltrone con movimento sincronizzato, carrelli di servizio, armadietti per medicinali) presenti nell’hub vaccinale realizzato all’interno dell’azienda, è stata fatta da Rocchetta Spa all’Usl Umbria 1 – Distretto Alto Chiascio.

La donazione fa seguito alla chiusura del punto di vaccinazione avvenuta lo scorso 30 settembre, un hub che ha consentito al territorio (ma anche a tutta l’Umbria, vista la presenza di persone provenienti anche da fuori provincia) di avere un secondo posto a Gualdo Tadino dove poter ricevere la somministrazione dei vaccini anti Covid, oltre a quello di piazzale Federico II, accelerando di fatto la campagna.

Con la chiusura del punto vaccinale, uno dei primi sul territorio nazionale realizzato all’interno di un’azienda privata a cura e spese dell’azienda stessa (per un totale di circa 185mila euro, fa sapere il Comune di Gualdo Tadino), è stato reso noto che negli otto mesi di operatività vi hanno ricevuto il farmaco 14.500 persone.

“Con questo nuovo gesto – ha commentato il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti – continua e si rafforza la sinergia instaurata tra amministrazione comunale, Rocchetta Spa e Usl Umbria 1. Dopo l’apertura del secondo hub vaccinale a Gualdo Tadino questa nuova donazione è un ulteriore segnale della sensibilità e vicinanza che l’azienda Rocchetta Spa sta mostrando verso la città e il territorio”.

Articolo precedenteUsl Umbria 1, H-Open weekend Salute mentale, l’esperto risponde al telefono
Articolo successivoVenerdì a Umbria Libri presentazione di “La scelta di Destino” nuovo romanzo di Brunello Castellani
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.