Caparvi inizia col botto: “I danni degli acquazzoni a Gaifana colpa di Gualdo”

Non aveva usato certo parole carine Massimiliano Presciutti verso il neo sindaco di Nocera Umbra Virginio Caparvi. Ospitato in chiusura di campagna elettorale dall’altro candidato nocerino Massimo Montironi, il primo cittadino gualdese aveva invitato i nocerini, caldamente e con un gergo molto colorito, a votare per il medico a capo della lista “Scegliamo Nocera”.

Bene, a pochissimi giorni dall’insediamento, uno dei primi atti di Caparvi sindaco è stato quello di inviare una richiesta formale al Comune di Gualdo Tadino per la regimazione delle acque che secondo il neo eletto “allagano la frazione di Gaifana ogni volta che si verificano acquazzoni copiosi” . “La stessa richiesta è già stata inoltrata altre volte negli anni – ha scritto il sindaco nocerino nel suo profilo Facebook allegando anche una foto che pubblichiamo – pur tuttavia è rimasta inascoltata. Dunque da oggi, 8 ottobre, l’Ente che rappresento provvederà per vie legali ad imputare al Comune di Gualdo Tadino qualsiasi danno a proprietà pubbliche o private derivante da questo mancato intervento“.
Caparvi si dice “certo che una proficua collaborazione tra Enti permetterà di arrivare ad una facile e auspicabile soluzione“, ma sicuramente il primo dialogo tra i due Comuni confinanti non è stato certamente come quello di un’appassionata storia d’amore.

Un inizio schiopettante su cui è intervenuto anche Massimo Montironi, fino ad una settimana fa in corsa per la carica da Sindaco della Città delle Acque: “Questa mattina ho valutato, dopo tre giorni di pioggia, la situazione delle fognature di Gaifana – scrive Montironi, utilizzando anche lui i social – Tutti i tombini ispezionabili dall’esterno sono completamente intasati. E’ pertanto assurdo e bieco l’attacco al sindaco Presciutti fatto da persone ottuse che come il toro vedono solo il rosso e si scagliano contro a testa bassa.

Secondo Montironi il problema riguarda il Comune di Nocera Umbra, che non ha fatto la manutenzione necessaria perchè quando dopo un temporale l’acqua defluisce dalla strada interna di Boschetto e da quella di Colsantangelo, portando di tutto dentro il paese, non trova via di sbocco“.Le fognature – scrive Montironi – ammesso che siano state eseguite a regola d’arte, dove defluiscono? E i depuratori? Funzionano o no? Deve essere eseguita dal Comune di Nocera un’attenta ispezione e ripulitura dall’ingorgo attuale e non attaccare il Comune di Gualdo Tadino per scaricare le proprie responsabilità”.

Il sindaco Caparvi e soprattutto il neo eletto Cioli – conclude l’ex candidato – dal momento che hanno asfaltato tutto quanto era asfaltabile solo per motivi elettorali, quando valuteranno la opportunità di sistemare anche le strade di Colsantangelo, la strada interna a Gaifana e quella di Boschetto per la quale l’ex Sindaco Bontempi mi aveva dato rassicurazione?“.

Per la prossima puntata di questa miniserie, tutto lascia presagire una risposta del sindaco Presciutti.

Articolo precedenteCovid, al via la terza dose di vaccino nelle Rsa. Tutti non vaccinati i 5 ricoverati in terapia intensiva
Articolo successivoOspedale Branca, donazione dell’associazione Festa d’Autunno Pro Valfabbrica
Marco Gubbini
Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria. Ex direttore artistico di Radio Tadino (1985-1986), ideatore e curatore di programmi televisivi giornalistici delle emittenti Rete7 (1985-1990) e TV23 (2003-2006). Esperienze varie come corrispondente di varie pubblicazioni, fra cui Calcio Perugia (2005), La Voce di Perugia (2006-2007). E' stato collaboratore dell’agenzia di stampa Infopress (2004-2012), ha scritto articoli per testate quali Il Giornale dell’Umbria, La Nazione, Il Corriere di Romagna, Il Sannio, Il Crotonese, Il Corriere di Forlì, La Nuova Ferrara. Iscritto all’Associazione Italiana Reporter e Fotografi dal 2009. Coideatore e curatore del sito gualdocalcio.it (1998-2012) e gualdocasacastalda.it (dal 2013 al 2016). Addetto stampa del Gualdo Calcio in serie C e altre categorie (dal 2004 al 2012) e del Gualdo Casacastalda in serie D (dal 2013 al 2016). Segretario dell’Ente Giochi de le Porte di Gualdo Tadino dal 2014 al 2017. Componente della redazione dei periodici Il Nuovo Serrasanta e Made in Gualdo. Autore del libro "Libera, ma Libera Veramente" (edizioni Eta Beta, 2021).