A Gualdo Tadino introdotto il Daspo Urbano

Anche a Gualdo Tadino entra in vigore il cosiddetto “Daspo Urbano”, che comporta l’allontanamento del soggetto che commette condotta molesta, come ad esempio ubriachezza, commercio abusivo, accattonaggio, atti contrari alla pubblica decenza, dai luoghi pubblici espressamente indicati dalla normativa e cioè il centro storico, le scuole, i parcheggi pubblici, i cimiteri, le stazioni, i giardini pubblici, i presidi sanitari, le aree mercatali.

Su proposta del sindaco Massimiliano Presciutti è stata approvata all’unanimità dalla Seconda Commissione Consiliare Permanente “Bilancio e Programmazione” la modifica al Regolamento di Polizia Urbana.

Si tratta di un ulteriore provvedimento in materia di sicurezza pubblica che si va a sommare a quelli già messi in atto, con l’amministrazione comunale che ne preannuncia a breve degli altri.

Nel corso del tempo, infatti, a Gualdo Tadino è stato potenziato tutto l’impianto di videosorveglianza, che oltre al centro storico ora copre anche diversi punti critici delle frazioni, inoltre a breve verrà ulteriormente implementata anche la videosorveglianza di tutta l’area di via Santo Marzio.

Anche sul fronte del personale, dopo anni di difficoltà, il Comune si sta avviando alla copertura totale prevista dalla legge. E’ in fase di espletamento infatti il concorso per l’assunzione di nuovi agenti di Polizia Municipale, che consentirà ad inizio del nuovo anno di ampliare l’organico del Comando Territoriale dalle 3 alle 4 unità.

“La scelta fatta ormai un anno fa di unire le forze tra i Comuni della Fascia Appenninica con la creazione di un Comando Unico si è rivelata vincente e sta dando i suoi frutti – riporta una nota del Comune di Gualdo Tadino – attraverso una maggiore presenza sul territorio e con interventi sempre più efficienti ed efficaci nei vari settori di competenza.”

Soddisfazione viene espressa anche per il potenziamento della locale stazione Carabinieri, dove oggi agiscono 11 unità operative. Un potenziamento che, sommato a quello della Polizia Municipale, consente al Comune di Gualdo Tadino di poter contare su oltre 20 unità di pubblica sicurezza che operano in sinergia.

“L’introduzione del daspo urbano è solo l’ultimo provvedimento di una serie di azioni che permetteranno di implementare e potenziare ancora di più la sicurezza del territorio e rendere più vivibile la nostra città – ha detto il sindaco Presciutti, ringraziando chi opera per garantire quotidianamente la sicurezza dei cittadini – Sono certo che i nostri concittadini gradiranno le novità contenute nel nuovo Regolamento di Polizia Urbana: in esso sono contenute le norme di buona educazione che permetteranno a tutti noi di vivere nel rispetto del prossimo”.

Articolo precedenteValfabbrica, i carabinieri denunciano un uomo per danneggiamento e atti persecutori
Articolo successivoMaltempo, oltre trenta interventi dei Vigili del Fuoco di Gaifana
Marco Gubbini
Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria. Ex direttore artistico di Radio Tadino (1985-1986), ideatore e curatore di programmi televisivi giornalistici delle emittenti Rete7 (1985-1990) e TV23 (2003-2006). Esperienze varie come corrispondente di varie pubblicazioni, fra cui Calcio Perugia (2005), La Voce di Perugia (2006-2007). E' stato collaboratore dell’agenzia di stampa Infopress (2004-2012), ha scritto articoli per testate quali Il Giornale dell’Umbria, La Nazione, Il Corriere di Romagna, Il Sannio, Il Crotonese, Il Corriere di Forlì, La Nuova Ferrara. Iscritto all’Associazione Italiana Reporter e Fotografi dal 2009. Coideatore e curatore del sito gualdocalcio.it (1998-2012) e gualdocasacastalda.it (dal 2013 al 2016). Addetto stampa del Gualdo Calcio in serie C e altre categorie (dal 2004 al 2012) e del Gualdo Casacastalda in serie D (dal 2013 al 2016). Segretario dell’Ente Giochi de le Porte di Gualdo Tadino dal 2014 al 2017. Componente della redazione dei periodici Il Nuovo Serrasanta e Made in Gualdo. Autore del libro "Libera, ma Libera Veramente" (edizioni Eta Beta, 2021).