Prescritta per la prima volta nella nostra regione a Perugia la pillola anti-Covid

Oggi è stata prescritta per la prima volta in Umbria la pillola anti-Covid-19 Lagevrio (molnupiravir), l’antivirale prodotto dalla Merck, presso la clinica di malattie infettive dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, diretta dalla professoressa Daniela Francisci; lo comunica l’Assessore regionale alla salute e alle politiche sociali Luca Coletto.

“La paziente, selezionata secondo i criteri previsti dall’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) – sottolinea l’assessore – effettuerà il trattamento presso il proprio domicilio attraverso l’assunzione di 4 compresse, 2 volte al giorno, per 5 giorni. Il farmaco è un antivirale orale, rivolto a pazienti adulti con malattia lieve-moderata di recente insorgenza e con condizioni cliniche concomitanti che rappresentino specifici fattori di rischio per lo sviluppo di COVID-19 grave, da utilizzare il più precocemente possibile e al massimo entro 5 giorni. L’obiettivo principale di tali trattamenti è quello di contribuire a ridurre la quota di pazienti che necessitano di ricovero ospedaliero.”

Articolo precedenteBriziarelli (Lega): “Tagina ennesima fabbrica che chiude per rincari delle bollette: intervenire”
Articolo successivoAndamento dell’epidemia in Umbria: più infezioni tra gli 11 e i 44 anni. 5 bambini in ospedale
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.