Giorno della Memoria, al “Casimiri” lezione sullo sterminio dei disabili e dei malati psichici

Nell’ambito degli eventi dedicati alla “Giornata della memoria”, nella mattinata del 31 gennaio il professor Gianni Paoletti, docente di storia e filosofia dell’istituto “Casimiri”, ha dedicato un approfondimento monografico al programma di sterminio nazista denominato T4.

Questo era un sistema di eutanasia finalizzato all’eliminazione di disabili e malati di mente, la cui sopravvivenza non poteva essere contemplata in uno Stato perfetto, anche nell’ottica di un risparmio di risorse da destinare alla “guerra totale”.

Nel corso della lezione, rivolta agli studenti del triennio di tutti gli indirizzi, sono stati ricordati i devastanti effetti della propaganda massiccia sulle categorie più deboli (bambini, asociali, anziani, soldati ricoverati e giudicati non guaribili), vittime di un sistematico programma di eliminazione ispirato alla matrice ideologica dell’eugenetica classica e consumatosi nell’indifferenza quasi generale del popolo tedesco. Nella parte finale della lezione è stato inoltre opportunamente evidenziato come il programma T4 abbia costituito la premessa per l’attuazione della Shoah.

Nei prossimi giorni, in orario scolastico, verranno realizzate altre iniziative in seno al progetto “Il filo della memoria”, che vedranno il coinvolgimento attivo di alcuni studenti nell’interpretazione di documenti e voci della Shoah.

Articolo precedente“Istituire in Umbria percorsi di ceramica artistica”, proposta di legge di Francesca Peppucci (Lega)
Articolo successivoLavoro irregolare e green pass non controllati, chiuso un ristorante
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.