Il risparmio energetico praticato dagli alunni di Nocera e Valtopina

In occasione della XVIII Giornata Nazionale del Risparmio Energetico, l’11 marzo scorso gli alunni della Scuola Secondaria di I grado “Monsignor Mario Sensi” di Valtopina hanno voluto organizzare, insieme alle loro famiglie, un’ iniziativa molto suggestiva per riflettere sulla necessità di regolare il consumo energetico, soprattutto in questo particolare momento di crisi.

Alle ore 20 la tavola è pronta per la cena, si spengono le luci e si accendono le candele. Questo momento di riunione familiare diventa così l’occasione per una riflessione più profonda sull’attuale crisi energetica e sulla necessità di rivedere oggi i nostri stili di vita per assicurare un domani alle generazioni future su questo pianeta. 

La scuola, iscritta all’associazione delle Scuole Green all’interno dell’Istituto Omnicomprensivo di Nocera Umbra, promuove al suo interno anche altre azioni di salvaguardia ambientale che coinvolgono direttamente gli alunni, come la raccolta differenziata della carta e della plastica e la regolazione del riscaldamento delle aule.

Il 23 maggio, inoltre, nei pressi della scuola verrà piantato l’Albero della Legalità per ricordare i 30 anni dalla morte del magistrato Giovanni Falcone.

Gli alunni della classe quarta della Scuola Primaria di Casebasse, nella giornata “M’Illumino di meno”  non solo hanno cenato, insieme alle loro famiglie a lume di candela, ma hanno messo a dimora piante diverse, nelle proprie case, pensando anche al futuro dell’ambiente. 

Anche i piccoli della scuola dell’infanzia G. Dominici di Nocera Scalo hanno partecipato a questa giornata partendo dalla visione del breve cartone “Weberino e il  Treno Verde” che ha offerto loro interessanti spunti di riflessione che hanno poi rappresentato attraverso attività mirate, al fine di consolidare atteggiamenti sempre più responsabili volti a proteggere la Terra.

“La scuola ha il compito fondamentale nel creare un’etica della responsabilità nei propri studenti. Un gesto simbolico come quello di spegnere la luce aiuta a promuovere un uso più consapevole delle risorse energetiche a nostra disposizione e ci fa riflettere sui cambiamenti climatici in atto. Si possono migliorare i propri stili di vita sprecando meno risorse, si può diminuire l’impatto ambientale delle proprie abitazioni tramite l’efficientamento energetico, si può passare alle fonti di energia rinnovabili. Oggi più che mai rompere la dipendenza dal gas ed investire sulle rinnovabili è un gesto di pace.. ”, ha commentato il dirigente scolastico dell’Omnicomprensivo “ Dante Alighieri”, Leano Garofoletti

Articolo precedenteMisure preventive contro le zanzare da adottare nel territorio comunale di Gualdo Tadino
Articolo successivoLotta alla droga, segnalati dai carabinieri due assuntori a Gualdo Tadino e Gubbio
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.