E’ del Frantoio Loreti il miglior olio monovarietale d’Italia

E’ gualdese il miglior olio monovarietale italiano (un olio extravergine prodotto e ottenuto al 100% da una sola tipologia di olive) secondo il prestigioso Gambero Rosso.

Il successo, l’ennesimo, assegnato da quello che è il primo gruppo editoriale multimediale enogastronomico in Italia, è stato ottenuto dal Frantoio Loreti con l’Olio Sesto, prodotto con la Nostrale di Rigali.

Da diversi anni le produzioni del Frantoio Loreti ricevono le Tre Foglie da parte della guida Oli d’Italia del Gambero Rosso e adesso è arrivato il riconoscimento più prestigioso che verrà consegnato al titolare Rodolfo Loreti l’11 aprile prossimo a Verona in occasione di Vinitaly.

Proprio Rodolfo Loreti ha dato all’olio la denominazione di “Sesto” in onore del nonno, che per primo avviò l’attività.

Un altro successo che si aggiunge ai tanti ottenuti da diversi anni a questa parte dal Frantoio Loreti di Gualdo Tadino, tra cui, proprio in questi giorni, i “Due Cuori” di Merum, una delle più importanti guide al mondo del settore olio, assegnati alle etichette “Sesto” e “Oblio” e le “Cinque Gocce di Bibenda″ negli ultimi quattro anni.

Merito di Rodolfo Loreti, del suo frantoio e della “Nostrale di Rigali“, cultivar a frutto grosso che si è posta all’attenzione di vari istituti di ricerca e, quindi, dei produttori, per alcune sue tipiche peculiarità. Oltre ad essere resistente alle basse temperature, ha un’elevata produzione media di olio per pianta che raggiunge valori oscillanti tra il 22 e il 25% e di bassissima acidità.

La “Nostrale di Rigali” è presente nel territorio ad un’altitudine che va dai 550 ai 650-700 metri, formando una fascia olivata larga 300-400 metri e lunga circa 10 km che interessa l’intero territorio comunale di Gualdo Tadino.

Articolo precedenteIn uscita l’8 aprile l’album d’esordio dei Rio Sacro
Articolo successivo“Arte come cura”, a Città di Castello una inedita mostra di Barbara Amadori sul tumore al seno
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.