Dalla Spagna a Nocera Umbra per l’Erasmus+

Sono arrivati a Nocera Umbra nel tardo pomeriggio del 30 marzo gli studenti della Scuola Carlos V di Aguilas (Spagna) che partecipano insieme ai ragazzi delle classi 3′ e 4′ del Liceo delle Scienze Umane al Progetto Erasmus+ Pheria.

Un interessante e significativo scambio culturale che ha come obiettivo la conoscenza e valorizzazione del patrimonio culturale delle rispettive cittadine: Aguilas e Nocera Umbra.

Sistemati al Seminario e accompagnati dai loro docenti, i ragazzi spagnoli insieme agli studenti del “Sigismondi” sono stati ricevuti dal sindaco di Nocera Umbra, Virginio Caparvi, che ha sottolineato l’importanza di questi incontri per la costituzione di una cittadinanza europea che non sia solo formale, ma che arricchisca gli orizzonti, i punti di vista, le idee e le iniziative tra persone con background culturali diversi.

Il gruppo degli studenti, che già dall’autunno scorso attraverso incontri online ha potuto scambiarsi lavori e prodotti digitali, ha subito dimostrato un certo affiatamento, apprezzando non solo e bellezze della cittadina umbra che li ha accolti, ma anche le tradizioni culinarie.

E’ proprio durante queste vacanze-studio, con gli studenti del “Sigismondi” che saranno ad Aguilas dal 21 al 26 aprile, che gli scambi culturali si animano e diventano determinanti per apprendere in modo profondo la storia, la cultura e la vita di un territorio.

Dopo aver visitato le emergenze storico-artistiche di Nocera Umbra, studenti italiani e spagnoli, insieme ai docenti che hanno seguito il progetto, visiteranno Orvieto, Assisi e Perugia. La delegazione spagnola sarà poi accolta sabato sera da una caratteristica cena in costume nella Taverna di Santa Croce.

“Sono questi scambi che aprono la mente degli studenti e hanno il grande vantaggio di far conoscere loro il mondo per capire come si vive fuori dalla propria confort-zone, entrando in contatto con una nuova cultura e parlando tutti i giorni la lingua del paese che li ospita. Per tutti i ragazzi questi scambi culturali rappresentano una grande opportunità che li aiuterà a maturare e a diventare persone migliori”, riporta una nota dell’istituto nocerino.

Articolo precedenteGualdo Tadino, sabato l’inaugurazione del Villaggio per Crescere
Articolo successivoBoom di studenti nei musei gualdesi. L'”Alessi” di Perugia” sulle orme di Castore Durante
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.