Dal Pnrr 176mila euro al Comune di Gualdo Tadino per incrementare i servizi digitali

Risorse importanti per un’ulteriore digitalizzazione dei servizi ai cittadini attraverso Digitadino. Aumenteranno i servizi con cui da qualsiasi posto, con un computer, un tablet, uno smartphone, i cittadini gualdesi potranno interagire con gli uffici, richiedere certificati e documenti, partecipare ad avvisi pubblici e bandi di concorso, effettuare pagamenti, ricevere informazioni.

Sono stati infatti finanziati progetti per la transizione digitale previsti dai bandi del Pnrr presentati dal Comune di Gualdo Tadino. Si tratta di 176 mila euro che l’amministrazione comunale ha ottenuto attraverso l’ammissione ai bandi del Pnrr di Pa Digitale 2026, la piattaforma del Dipartimento per la trasformazione digitale coordinato dal ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao per il miglioramento dei servizi online delle pubbliche amministrazioni.

Nel dettaglio, il Comune è risultato beneficiario dei finanziamenti previsti da quattro avvisi pubblici, per un totale di 176 mila euro: l’abilitazione al cloud per le pubbliche amministrazioni locali (119 mila euro euro), finalizzata alla migrazione dei centri elaborazione dati verso ambienti cloud; l’implementazione della piattaforma pagoPA (33 mila euro), che ha l’obiettivo di incrementare il numero dei pagamenti verso il Comune attraverso i Pagopa; l’adozione dell’app IO (10mila euro) per comunicare con i cittadini e informarli tramite questa applicazione per quanto riguarda scadenze e situazioni delle pratiche in Comune; l’implementazione dei servizi  Spid-Cie (14 mila euro) , in particolare per una procedura che sta autoproducendo il Comune per la presentazione delle domande ai concorsi indetti dal comune. Un progetto sul quale sta lavorando l’ufficio per la transizione al digitale.

I quattro progetti ammessi permetteranno al Comune di Gualdo Tadino di fare un ulteriore salto di qualità in tema di transizione digitale e servizi ai cittadini – riporta una nota nota dell’amministrazione comunale – Fondi che permetteranno di incrementare i servizi digitali offerti ai cittadini tramite lo sportello virtuale Digitadino (www.tadino.it) ma anche servizi fisici come quello dell’attivazione dello Spid, l’identità digitale, che grande successo sta riscontrando tra i cittadini che si recano in Comune per ottenerlo.

“Come sempre il lavoro ben fatto paga – ha sottolineato l’assessore all’Agenda Digitale, Stefano Franceschinie l’essere stati ammessi nelle graduatorie del Pnrr in quattro progetti digitali differenti è motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Tutto questo ci permette di essere sempre più vicini ai cittadini ed alla comunità gualdesi con i servizi digitali che il nostro ente offre. Prosegue concretamente quindi il percorso in tema di transizione digitale che la nostra amministrazione ha già intrapreso da tempo con grandi risultati per la nostra città”.

Articolo precedentePadel: conclusa la “Hero Cup”, torneo che finanzierà il progetto solidale “Inside Hero”
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.