Gualdo Tadino piange il professor Antonio Pieretti

Ieri sera, venerdì 16 settembre, è venuto a mancare all’età di 82 anni il professor Antonio Pieretti, figura di primissimo piano del mondo della cultura non solo di Gualdo Tadino ma di tutta l’Umbria.

Professore emerito di Filosofia Teoretica presso l’Università degli Studi di Perugia e per molti anni Pro Rettore dell’ateneo perugino, ha svolto per oltre 45 anni attività accademica in Italia e all’estero.

Laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Perugia, nel 1968 diviene assistente ordinario presso la cattedra di Storia della Filosofia. L’anno seguente consegue la libera docenza in Filosofia Teoretica. Nel 1976 diviene titolare della cattedra e viene nominato Preside della facoltà di Lettere e filosofia dell’Università degli Studi di Perugia, incarico tenuto ininterrottamente per 24 anni. E’ stato membro della Società Filosofica Spagnola.

Tantissime le sue relazioni in convegni internazionali, come numerosi i corsi tenuti presso le Università di La Coruña, Santiago de Compostela, Bucarest, Bruxelles oltre a collaborazioni scientifiche con le Università di Parigi Nanterre, Regensburg, Monaco di Baviera, Bielefeld.

Antonio Pieretti è stato vicepresidente della Società Filosofica Italiana e del Centro di Studi Filosofici di Gallarate, presidente del Centro Internazionale di Studi sui Diritti Umani di Praia a Mare, membro dell’Editorial Board di Philosophy and Rhetoric e di numerose riviste italiane. È stato condirettore dell’Enciclopedia Filosofica edita da Bompiani, autore di diverse pubblicazioni e oltre 350 articoli.

Insignito dei titoli di Commendatore e di Grande Ufficiale al Merito della Repubblica, è stato sempre parte attiva e propositiva della realtà gualdese: con un passato giovanile nel Gualdo Calcio, è stato tra i fondatori del locale Rotary Club, ricoprendo anche l’incarico prestigioso di Governatore del Distretto 2090. Consigliere comunale dal 1990 al 1995 e presidente dell’Ente Giochi de le Porte, ha sempre dato volentieri la propria disponibilità in occasione di numerose presentazioni di libri e di eventi socio-culturali. Collaboratore da anni del giornale “Il Serrasanta”, nel 1996 aveva ricevuto dal Comune di Gualdo Tadino il Premio Beato Angelo.

La sua ultima apparizione in pubblico una settimana fa a Fossato di Vico in occasione della presentazione del Censimento degli Over 65 dell’Alto Chiascio realizzato dal Circolo Acli “Ora et Labora”.

“Pochi giorni fa l’ultima chiacchierata – lo ricorda su Facebook il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti – Era sempre una grande scoperta ascoltarti. Un grande insegnamento leggerti. La comunità perde un punto di riferimento di altissimo profilo culturale etico e morale. Personalmente perdo un amico vero sempre prodigo di buoni consigli e di critiche costruttive mai banali. Grazie di tutto Professore. Ciao amico Antonio. Ci mancherai.”

Di “guida solida e fedele, faro illuminante, riferimento stabile e tenace – scrive il Distretto Rotary 2090Antonio è stato per tutti noi la stella polare che ci ha sempre costantemente indicato la via corretta e giusta del nostro agire da rotariani.”

“Oggi è un giorno decisamente triste per tutta la comunità gualdese”, lo ricorda l’Ente Giochi de le Porte.

Alla moglie, professoressa Marcella Viventi, e alla figlia Micol, giornalista di Rai News 24, le più sentite condoglianze da parte della redazione di Gualdo News e Radio Tadino.

Articolo precedenteAlluvione, Cgil: garantire tutela occupazione e salario a lavoratori colpiti 
Articolo successivoLa Compagnia Waldum a Chioggia per il 36′ Campionato Italiano Tiro con la Balestra
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.