Al “Sigismondi” di Nocera lezione del professor Carlotti sui nanomateriali

Si è tenuto martedì mattina 17 gennaio nell’aula magna dell’Istituto Superiore di Nocera Umbra, il primo incontro del seminario “Introduzione Ecosistema d’Innovazione Vitality: i nanomateriali” curato da Giovanni Carlotti, professore associato di fisica della materia presso il Dipartimento di Fisica e Geologia all’Università degli Studi di Perugia.

Fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Nocera Umbra, il corso di formazione che si tiene al “Sigismondi” è rivolto agli studenti dell’Istituto Tecnico Industriale per presentare loro un modello di sviluppo completamente nuovo, in cui ricerca e innovazione garantiranno la valorizzazione delle specificità ed eccellenze del nostro territorio.

“Vitality, ecosistema di innovazione”: questo è il nome del Progetto che, finanziato attraverso la missione “Dalla Ricerca all’Impresa” del PNRR, ha come obiettivo quello di creare reti costituite da Università, enti di ricerca, enti territoriali e imprese che intervengano su aree di specializzazione tecnologica coerenti con le vocazioni industriali del territorio.

Tale Progetto. che riunisce le regioni Abruzzo, Marche e Umbria in un ecosistema d’innovazione, vedrà sorgere un hub in Abruzzo e dieci differenti spoke di ricerca posizionati nelle tre regioni interessate, di cui due in Umbria, uno a Terni, specializzato sui biomateriali, e uno a Nocera Umbra, nell’area ex-Merloni, specializzato sui nanomateriali.

“Un importante progetto quello che viene presentato oggi ai nostri allievi– ha detto il dirigente scolastico Leano Garofoletti aprendo i lavori del seminario- che non solo rappresenta un altissimo valore scientifico dell’ecosistema “Vitality”, ma che documenta come un’importante attività di ricerca delle nuove tecnologie possa trasformare il territorio nocerino in un laboratorio di bioeconomia”

Il sindaco di Nocera Umbra, Virginio Caparvi, ha rivolto “un plauso alla scuola di Nocera Umbra per la lungimiranza che da anni dimostra nel voler arricchire la normale attività educativa con occasioni di innovazione, come avvenuto all’incontro con il professor Carlotti. Quello dei nano materiali è un tema sfidante che vede l’Università di Perugia capofila in un progetto PNRR proprio su Nocera Umbra nello stabilimento della “ex Merloni”.

Articolo precedenteDomenica 22 gennaio Rigali celebra Sant’Antonio Abate
Articolo successivoAlla “Storelli” di Gualdo Tadino arriva il percorso formativo “Connessi al futuro”
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.