Ente Giochi de le Porte, Marco Pannacci nuovo Gonfaloniere

Marco Pannacci, priore di San Benedetto, è il nuovo Gonfaloniere dell’Ente Giochi de le Porte.

E’ stato eletto oggi pomeriggio con 33 voti su 48 nel corso della cerimonia del Bussolo, tornata a celebrarsi dopo due anni di assenza causa pandemia, che si è tenuta regolarmente, nonostante la neve, all’interno della chiesa di San Donato.

Una scelta, quella di Pannacci, che era nell’aria poiché, come consuetudine, non assumono la carica i priori al loro primo mandato: Luca Fiorucci (San Facondino), Alessandro Cesaretti (San Donato) e Gianluca Anzuini (San Martino) sono tutti freschi di nomina. Il neo Gonfaloniere affiancherà il presidente dell’Ente, Claudio Zeni, in questo 2023.

Pannacci succede nella carica ad Andrea Farinacci di Porta San Martino, che era rimasto in carica durante i due anni di pandemia in cui non era stato possibile tenere il Bussolo. Gli altri voti sono andati ad Alessandro Cesaretti di San Donato (7), Gianluca Anzuini di San Martino (6) e Luca Fiorucci di San Facondino (2).

L’investitura è stata preceduta dal corteo storico, composto dal Consiglio dei 48, tamburini dell’Ente, chiarine, balestrieri, priori e maggiorenti, che ha sfilato, con il bussolo portato a spalla dai balestrieri, dal palazzo comunale alla chiesa di San Donato.

Il cerimoniale, fedele a quanto accadeva nel Medio Evo e per questo particolarmente suggestivo, ha visto presenti nell’edificio sacro il Governatore, i quattro maggiorenti (Luogotenente, Cerimoniere, Cancelliere e Maestro Di Campo), il Notaio, il Priore di Sant’Agostino e i componenti del “Consiglio dei 48”, in rappresentanza delle arti e delle corporazioni presenti a Gualdo nel XV secolo, ossia i quattro Priori, i dodici membri del Consiglio Segreto, i sedici membri delle Arti e delle Corporazioni ed i sedici membri dei Consigli di Quartiere.

Questi, inserendo nel Bussolo posizionato al centro della navata una pallina colorata collegata al priore scelto, hanno indicato il nuovo Gonfaloniere.

I Priori hanno presentato ognuno una proposta per la città: quella di Marco Pannacci è stata il restauro del sacro calice liturgico presso la Basilica Cattedrale di San Benedetto

“Un ringraziamento al presidente dell’Ente Giochi de le Porte, all’ufficio di presidenza, a tutte le commissioni, al sndaco e all’amministrazione comunale, oltre che a tutti i portaioli – sono state le prime parole del nuovo Gonfaloniere – Spero di essere all’altezza di questo compito ed il mio impegno sarà teso a rafforzare il legame tra Ente, Porte e Comune in applicazione della Carta Fondamentale dei Giochi de le Porte. Sarà ben presente anche l’aspetto sociale delle quattro Porte che sono un punto di riferimento importante per far crescere i nostri giovani in un ambiente sano, all’insegna dei veri valori che la nostra meravigliosa Festa trasmette, senza rinunciare ad una sana rivalità, sempre ‘nello lecito e nello cavalleresco’ “, ha concluso Pannacci.

.

Articolo precedenteIncidente tra due auto a Valsorda, un’altra finita fuori strada: chiusa la circolazione
Articolo successivoNeve: scuole chiuse. Stazione meteo: “Una delle più intense nevicate degli ultimi anni”
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.