Sigillo, 950mila euro per la messa in sicurezza del torrente Doria e ricostruzione del ponte

sigillo

Proseguono le operazioni per la messa in sicurezza e il miglioramento della rete stradale e più in generale del territorio comunale di Sigillo.

L’amministrazione comunale ha programmato importanti interventi finalizzati alla mitigazione dei dissesti idrogeologici del torrente Doria in località Sodo, con la messa in sicurezza degli attraversamenti e del fondo valle, attraverso la costruzione di un’arginatura a difesa delle esondazioni, assicurando anche il collegamento viario attraverso la Strada comunale cosiddetta “del Sodo”.

È stato, infatti, approvato di recente il progetto definitivo per la ricostruzione del ponte e per la sistemazione del fosso, i passaggi successivi saranno rappresentati dalla progettazione esecutiva, attualmente in fase di predisposizione e dalla messa a bando dei lavori, che inizieranno poi con ogni probabilità durante l’estate.

Si tratta di un intervento molto consistente, del valore di 950 mila euro, dapprima finanziato con i fondi di cui al Decreto del Dipartimento per gli Affari Interni e territoriali del Ministero dell’Interno 8 novembre 2021, poi confluito nella linea progettuale del PNRR denominata “Interventi per la resilienza e la valorizzazione del territorio e l’efficienza energetica dei comuni – M2c4 – Investimento” approvato nel luglio scorso.

Lo scopo principale di questi lavori è consentire l’attraversamento in sicurezza del corso d’acqua, anche nei periodi caratterizzati da precipitazioni atmosferiche particolarmente consistenti, che fino ad oggi hanno impedito il transito del guado a raso posto sul torrente. Si interverrà, dunque, anche sull’alveo del fosso, con opere di regolazione del corso d’acqua.

In conseguenza di ciò, saranno realizzate anche delle opere stradali: la strada pubblica, infatti, si raccorderà alle opere di attraversamento e sarà adeguata al fine di permettere l’approvvigionamento dei materiali e dei manufatti necessari alla costruzione delle opere progettate.

L’amministrazione comunale esprime “grande soddisfazione per questo ulteriore tassello che si aggiunge al nutrito elenco di opere pubbliche messe in cantiere.” Il sindaco Giampiero Fugnanesi sottolinea, in particolare, come “i numerosi episodi alluvionali che, anche di recente, hanno interessato numerose zone del nostro Paese, compresi comuni a noi molto vicini, impongano alle amministrazioni pubbliche interventi tempestivi per la salvaguardia del territorio, attraverso una vera e propria lotta al dissesto idrogeologico. La ricostruzione del ponte Sodo e la messa in sicurezza del fosso Doria testimoniano l’attenzione dell’amministrazione comunale su questi temi. La parola d’ordine per ridurre i rischi è dunque prevenzione e la stessa può realizzarsi soltanto attraverso la pianificazione di interventi di gestione e cura, inclusa una regolare manutenzione, per il bene del nostro territorio e dell’intera comunità”.

Articolo precedenteSaxa Gualdo, scatta il presidio dei lavoratori. Ok di Presciutti al consiglio comunale aperto
Articolo successivoI comitati ambientalisti di Fossato e dell’Appennino dicono no all’impianto per la produzione di biometano
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.