Poco più di un mese al Palio dei Quartieri di Nocera Umbra

Conto alla rovescia sempre più ristretto per il ritorno della tanto attesa “Aria di Festa”: dal 31 luglio al 6 agosto Nocera Umbra verrà attraversata dal calore e dalla tradizione del Palio dei Quartieri.

Due epoche a confronto tingeranno la cittadina di rossoverde, per Porta Santa Croce, e gialloblù, per Borgo San Martino.

Sette giorni ricchi di appuntamenti, aperti dalla consueta serata inaugurale con la lettura del bando di sfida e il canto dell’inno; a seguire, i cortei storici, le rievocazioni, le sfide gastronomiche e i teatri allestiti nei luoghi suggestivi di ciascun quartiere.

Caratteristica peculiare del Palio di Nocera sono i secoli di riferimento: il Basso Medioevo di Borgo San Martino (1350-1450) e il Risorgimento di Porta Santa Croce (1820-1920).

Ad accumunare i rioni, la tematica comune su cui basare le proprie rappresentazioni. Sorteggiata nell’inverno appena trascorso, la traccia dell’edizione 2023 è quella relativa a “Miti, riti e tradizioni”: “Il mito identifica ogni popolo che si interroga sulle origini e sul valore della propria civiltà. Il rito ne manifesta, in forma cerimoniale, i contenuti e la simbologia. Miti e riti costituiscono, in forma narrativa e rappresentativa, un’unica realtà che dà voce ai grandi interrogativi dell’uomo, nella dimensione universale e particolare. Le tradizioni fanno perdurare nel tempo i linguaggi storico-culturali di una comunità, emancipandoli dalla radice colta per diventare veri patrimoni del popolo, che scrive di proprio pugno la sua storia. I quartieri rappresentino miti, riti e tradizioni appartenenti al territorio nocerino, o in esso confluiti, relativamente al periodo storico di loro competenza.”

A concludere la manifestazione, i giochi della “Dama Infedele”: quattro tratti di staffetta, seguiti da tre di portantina. Gli atleti gareggeranno per le vie antiche della cittadina, intervallando ciascuna sfida con la scelta della brocca, dove all’interno è racchiuso un fazzoletto con i colori di ciascun quartiere, la quale verrà loro consegnata da una dama: la “fedeltà” è rappresentata dal fazzoletto, cui assegna un punto al quartiere a cui appartengono i colori.

Le gratifiche assegnate, il “Premio Speciale”, nella serata di sabato, che onorerà i contradaioli del quartiere più meritevole nelle sfide rievocative e gastronomiche; l’ambito “Palio dei Quartieri”, la domenica, drappo pregiato che si aggiudicherà il rione vincitore nella sommatoria di punti tra le competizioni atletiche e la vittoria del Premio Speciale.

Una festa che riecheggia per le piazze e le vie di Nocera Umbra non solo nella prima settimana di agosto: molti eventi collaterali, infatti, sono quelli svoltisi dalla scorsa edizione a oggi. Dall’allestimento teatrale natalizio e le “ciacette” di Porta Santa Croce, all’Escape Room pasquale di Borgo San Martino, nonché le feste tipiche dei quartieri – la più recente, il “Cantamaggio” rossoverde – e le rappresentanze in occasione di altre manifestazioni storiche – quale la partecipazione di San Martino al Rinascimento di Acquasparta –, l’”aria di festa” mantiene vivo lo spirito del Palio trecentosessantacinque giorni all’anno.

Emozioni autentiche, contornate da quadri di altissima rilevanza storica, a cui si sposano sapori lontani e competizioni particolari, il tutto è pronto ad accogliere chiunque avrà il piacere di prendere parte al Palio dei Quartieri 2023 di Nocera.

Articolo precedentePerugia, a Palazzo Baldeschi la mostra “Nero Perugino Burri”
Articolo successivoA Grello torna la Festa del Fuoco
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.