Eleonora Bianchini ha rappresentato l’Italia al concerto del G20 in India

C’era anche Eleonora Bianchini tra i 101 musicisti e cantanti, provenienti dai Paesi membri del G20 e da quelli invitati, che hanno formato l’Orchestra del G20 il cui concerto si è tenuto ieri a Varanasi, in India, in occasione del vertice dei venti Paesi più industrializzati della Terra.

La cantante e musicista gualdese è stata chiamata, insieme al violinista Davide de Ascaniis, a rappresentare l’Italia in questo importantissimo appuntamento.

L’esibizione dell’Orchestra G20, intitolata “Sur Vasudha”, è stata organizzata sotto la presidenza indiana per celebrare la chiusura dell’incontro dei ministri della Cultura e ha stupito il pubblico con una spettacolare performance.

L’ensemble comprendeva 61 musicisti e cantanti indiani e 40 provenienti dai 28 Paesi partecipanti al G20. Gli artisti hanno portato i loro strumenti suonando tutti in perfetta armonia: ecco quindi che la conga brasiliana si è unita al mridangam indiano, una cornamusa scozzese si è incontrata con un violino italiano, un corno francese ha affiancato un sitar indiano.

Al concerto, della durata di quasi un’ora, hanno assistito autorità indiane e delegati dei vari Paesi membri e di organismi internazionali, tra cui l’Unesco. Il brano di apertura è stato “Sur Vasudha”. È seguito “Vasudhaiva Kutumbakam” (“Il mondo è una famiglia“), dal nome del tema della presidenza indiana del G20, in cui 29 lingue e impronte culturali di diversi Paesi si sono fuse in un unico coro.

Ogni cantante, indossando i propri costumi tradizionali, ha cantato il brano nella propria lingua, portando un’esperienza magica sul palco mentre immagini di volti sorridenti di persone provenienti da tutto il mondo venivano riprodotte su uno schermo sullo sfondo.

“È stato un momento così bello, speciale, e ognuno ha avuto l’opportunità di conoscersi, conoscere e condividere la propria cultura. Stasera è stato davvero un concerto unico”, ha detto Eleonora Bianchini all’agenzia di stampa indiana PTI subito dopo la conclusione dell’evento.

Gli artisti di tutto il mondo si sono esercitati insieme attraverso piattaforme internet, per poi incontrarsi a Varanasi qualche giorno prima dell’esibizione.

Articolo precedenteOspedale di Branca, donato un ecografo portatile wifi
Articolo successivo“Settembre a Gualdo è mejo”, il modulo per richiedere la maglia. L’incasso alla Caritas
Avatar photo
Gualdo News è il nuovo portale di informazione 2.0 della città di Gualdo Tadino.